-Comunicato Stampa-
Mobilità Iper di Montebello: Centinaio, sono a disposizione per portare a Roma la questione

Pavia, 30 gennaio – “La crisi lavorativa che ha investito la nostra provincia è tristemente nota, mi rendo disponibile immediatamente per non lasciare soli i lavoratori dell’Iper di Montebello e per poter portare a Roma le ragioni di coloro che non vogliono che un centro commerciale storico per il territorio pavese lasci a casa persone o addirittura chiuda”. Gian Marco Centinaio, senatore pavese della Lega Nord, interviene fattivamente sulla questione della prospettata mobilità per 53 dipendenti dell’azienda appartenente al settore della grande distribuzione. “Già oggi scriverò alle principali sigle sindacali offrendo il mio supporto, la mia disponibilità e la mia vicinanza – precisa ancora Centinaio – l’Iper di Montebello ha ben quarant’anni di storia alle spalle e ad oggi garantisce lavoro a più di 300 addetti, senza contare il fatto che è il centro commerciale maggiore del nostro Oltrepò. Davanti a segnali di crisi preoccupanti come questo, che investono anche comparti da sempre considerati sicuri, ritengo che sia il caso di dare un segnale forte di unità: sono disponibile ad un incontro anche in tempi brevi per pianificare iniziative che possano raggiungere i palazzi romani a tutela del lavoro e della nostra gente”.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Caso poste pavesi: Centinaio, domani un’interrogazione urgente al Ministro: Poste Italiane farebbe bene ad assumere personale e non a pensare di salvare Alitalia!

Pavia, 22 gennaio
“A Pavia e nel pavese continuano a presentarsi problemi sulla distribuzione della posta, sugli sportelli territoriali che a causa della mancanza di personale sono costretti a chiudere le porte in faccia agli utenti. E intanto Poste Italiane che fa? Piuttosto che porsi e poi tentare di risolvere il problema annoso delle assunzioni, pensa di staccare un assegno di 75 milioni di euro per dare un po’ d’ossigeno ad Alitalia mascherando di privato un sostegno che invece sembra proprio un aiuto di stato alla compagnia di bandiera. Bravi, noi qui intanto facciamo i conti con gli sportelli chiusi”.
Gian Marco Centinaio, Senatore pavese della Lega Nord, non vede di buon occhio il consistente appoggio che Poste Italiane ha deliberato nei giorni scorsi a favore di Alitalia e decide di procedere con un’interrogazione parlamentare urgente al Ministro: “E’ dalla scorsa estate che sento parlare di chiusure improvvise, di paesi che rimangono senza lettere o comunicazioni importanti, di avvisi di pagamento in ritardo o mai ricevuti, di lentezze o peggio di totale disservizio in tante zone del nostro pavese.
Leggo che mancano almeno 40 portalettere e 30 impiegati agli sportelli e che 20 di loro andranno in pensione e che la società avrebbe accettato anche nuove commesse.
E quindi, da cittadino e da senatore, mi pongo una domanda: ma Poste Italiane non farebbe meglio a mettere da parte questi giochi di potere ed occuparsi di rendere il giusto servizio agli utenti?
Penso agli anziani che devono ricevere la pensione, al caos di questi giorni con le scadenze e i pagamenti e ai mancati servizi. Care Poste, tornate tra la gente e scendete dal piedistallo dei giochi dell’alta finanza”.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Salvini ospite da Santoro

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone