Rete imprese: Anche Gian Marco Centinaio in piazza con il commercio e le imprese

Centinaio ConfesercentiROMA, 18 FEB. – “Eccoci. Abbiamo voluto sostenere le imprese e le attività del commercio pavese in piazza del Popolo e portare avanti le loro istanze che consideriamo sacrosante. Se sono scesi in piazza e sono numerosissimi è perché sono arrivati al limite”. A dirlo è il senatore della Lega Nord Gian Marco Centinaio che stamani era in piazza del Popolo a Roma con Confesercenti Pavia e Ascom Pavia per sostenere il mondo della piccola impresa e del commercio. Centinaio gruppo Confesercenti “Mai come oggi lavorare è diventato impossibile in questo Paese. Il governo che deve insediarsi non può perdere nemmeno un minuto e dare una svolta urgente alla politica economica. Lo slogan degli imprenditori scesi in piazza è drammaticamente vero ‘il tempo delle attese è finito. Senza l’impresa non c’è Italia. Riprendiamoci il futuro’. Come Lega Nord coerentemente con quanto fino a oggi fatto continueremo a mettere in campo azioni migliorative alle azioni dei governi che si susseguono, purtroppo gli esecutivi Monti e Letta hanno dato a imprese e artigiani il colpo di grazia”.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Protesta del Commercio: Centinaio (LN), domani in piazza del Popolo con Ascom e Confesercenti Pavia

f7644b56cd0ae537784e23b64857cf80_L

Roma, 17 febbraio 2014 – “Ho deciso di unirmi al gruppo di rappresentanza che domani sarà a Roma perchè voglio rendermi utile: penso che una città senza commercio sia impensabile, buia, vuota, senza anima. E penso anche che sostenere le piccole imprese, sia in fase di start up che successivamente evitando di strangolarle con una tassazione insopportabile, sia un dovere. A Roma cambia chi comanda, ma non vedo cambiamenti di fatto: la gente è senza lavoro, i piccoli imprenditori continuano ad essere oppressi da mille balzelli”. Il Senatore pavese Gian Marco Centinaio domani a Roma sarà con i 250 rappresentanti del commercio che manifesteranno con Rete Imprese Italia: “Ci sono dei passi che Renzi non può saltare:mi riferisco alla governabilità, al far ripartire il prima possibile le imprese e far uscire l’Italia dall’emergenza occupazionale, concedere credito alle imprese e non dimenticare la competitività e la semplificazione. La pressione fiscale sulle imprese è diventata ormai insostenibile. Domani sarò con Rete Imprese Italia, per sostenere e portare avanti l’Italia che lavora davvero”.

Ufficio Stampa Senatore Gian Marco Centinaio

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Sanremo – Compensi faraonici pagati con il canone –

SANREMO: CENTINAIO “COMPENSI FARAONICI PAGATI CON IL CANONE”
ROMA (ITALPRESS) – “Sanremo non e’ pagato con i soldi degli
sponsor, ma con quelli del canone. I cittadini sappiano che i
compensi milionari sono pagati con il sacrificio del loro lavoro.
Sarebbe giusto che i telespettatori fossero informati
adeguatamente, proponiamo quindi una ‘striscia informativa’ fissa
che per tutto il tempo del Festival riporti in video la scritta
‘quello che stai vedendo e ascoltando e’ pagato da te’. Il canone
e’ una tassa iniqua e che deve essere abolita, a maggior ragione
dopo il buco da 20 milioni frutto delle spese ‘allegre’ del
Festival e certificato dalla corte dei conti e dalla scelta di
erogare compensi fuori da ogni logica concedendoli tra l’altro a
presentatori ideologizzati e stantii come Fazio e Littizzetto”.
Lo dichiara – in una nota – Gian Marco Centinaio, componente della
commissione Vigilanza Rai per la Lega Nord.
(ITALPRESS).

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

ESODATI: grazie a Lega 35 mln

(ANSA) – ROMA, 17 FEB – “Grande vittoria della Lega Nord nel
decreto Milleproroghe. Grazie a noi è stato bloccato lo scippo
agli esodati. Nel provvedimento era previsto il vergognoso
prelievo di 35 milioni di euro dal fondo esodati per garantire
la social card anche agli immigrati. Grazie al nostro
emendamento, che prevede l’eliminazione di questo scempio, i
soldi rimarranno a disposizione di tutte le persone che grazie
alla riforma Fornero, votata anche dal Pd, si ritrovano senza
alcun tipo di reddito da lavoro, da pensione e senza
ammortizzatori sociali. Ci risulta ancora incomprensibile come
sia possibile che il governo uscente abbia voluto andare a
racimolare risorse da una fascia così debole e fortemente
colpita della popolazione. Questa non è solo nostra vittoria, ma
un grande risultato per la giustizia sociale”. Lo dichiara il
capogruppo della Lega Nord in commissione Lavoro alla Camera,
Massimiliano Fedriga. (ANSA).

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Marò: Lega propone scambio, India si prenda Bonino e Mauro

(ANSA) – ROMA, 13 FEB – “Da due anni non sapete trovare una soluzione per portare a casa i fucilieri della marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone sequestrati dal governo indiano.
Mostrate del coraggio, ritirate subito il contingente italiano in modo da imporre all’Onu un interessamento alla vicenda ma soprattutto proponente all’India uno scambio: Mario Mauro e Emma Bonino in cambio dei due Marò.
E’ uno scambio possibile e noi lo voteremmo subito”. Lo dichiara Gian Marco Centinaio, senatore della Lega Nord durante l’informativa del ministro degli esteri Emma Bonino a Palazzo Madama. (ANSA).

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Referendum: Centinaio (LN), Abrogazione Riforma Fornero e Legge Merlin tra i quesiti presentati dalla Lega

Centinaio, Salvini e il gruppo Lega davanti alla Suprema Corte di Cassazione
Centinaio, Salvini e il gruppo Lega davanti alla Suprema Corte di Cassazione

Roma, 12 febbraio 2014 – Sono ben cinque i nuovi quesiti referendari che la Lega Nord ha deciso di presentare oggi alla Corte di Cassazione e sono legati a cinque argomenti diversi e particolarmente sentiti dagli italiani: l’abrogazione della Legge Merlin (voluta per spingere la tassazione sul mondo sommerso della prostituzione e per combattere criminalità, tratta e sfruttamento), l’abrogazione della Legge Mancino relativa ai reati di opinione in materia di discriminazione razziale, etnica e religiosa, l’abrogazione definitiva della Riforma Fornero, l’abolizione delle quote a favore degli stranieri nei concorsi pubblici e l’abolizione delle Prefetture.
“Le ragioni di questa scelta sono fondamentali – ha sottolineato il senatore Centinaio – vogliamo che gli italiani non sentano più parlare di esodati e di pensionati in difficoltà; perchè pensiamo che eliminando la legge Merlin sia possibile risanare i territori dalla criminalità, tutelare le giovani costrette a prostituirsi; inoltre vogliamo che gli italiani si sentano liberi di esprimere la loro opinione in tema di differenze etniche, religiose e razziali, dire la propria non può essere considerato un reato”.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone