RIFORME: LEGA, PIU’ AUTONOMIA E MENO EUROPA NEI 100 EMENDAMENTI DELLA LEGA

ROMA, 15 LUGLIO – “Meno Europa: possibilità di referendum sui trattati internazionali e comunitari e enti territoriali non vincolati dal patto di stabilità europeo.
Più federalismo: aumentate le competenze legislative esclusive delle regioni. Più potere al popolo: elezione diretta del senato federale, elezione a suffragio universale del presidente della repubblica, abbassamento del numero di sottoscrizioni necessarie per referendum e leggi di iniziativa popolare, introduzione del referendum deliberativo sul modello svizzero.
Meno spesa pubblica: riduzione anche del numero dei deputati.
Sono queste in sintesi, le proposte emendative della Lega Nord per far sì che una riforma oggi farsa, diventi vero cambiamento del sistema paese con tangibili effetti diretti e positivi per la vita di cittadini e imprese”.

Lo dichiara Gian Marco Centinaio a nome del gruppo della Lega Nord a Palazzo Madama.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

RIFORME: LEGA, DA GOVERNO E MAGGIORANZA ASPETTIAMO SEGNALE SU NOSTRI EMENDAMENTI

ROMA, 15 LUG “Se governo e maggioranza vogliono davvero voltare pagina e dimostrare che le riforme vogliono farle davvero diano un segnale in tal senso accogliendo, per iniziare, la nostra proposta per eliminare dalla Costituzione l’obbligo del rispetto del patto di stabilità secondo le regole europee. E’ uno degli emendamenti che presenteremo questa sera al testo delle riforme e ci aspettiamo che sia approvato dall’Aula se è vero che Renzi e gli altri in Europa vogliono battere i pugni sul tavolo davvero e non solo riempirsi la bocca di inutili parole”. Così i due capigruppo della Lega Nord al Senato e alla Camera Gian Marco Centinaio e Massimiliano Fedriga quando manca poco alla scadenza per la presentazione degli emendamenti alle riforme costituzionali all’esame dell’Aula di Palazzo Madama.
“Un altro segnale che ci aspettiamo – proseguono – è che la maggioranza faccia un passo indietro sui referendum riportando la soglia delle firme da presentare a quota 500 mila. Il referendum è un diritto e bisogna renderlo possibile. Altrimenti non siamo più in un Paese democratico”

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Roma: dibattito sulle riforme costituzionali

Dibattito sulle riforme costituzionali ed il PD e' assente. VERGOGNA!
Dibattito sulle riforme costituzionali ed il PD e’ assente. VERGOGNA!

Roma, 15 LUG. – “Oggi riparte il dibattito sulle riforme costituzionali.
Avrò un occhio attento sulle riforme ma…sarò concentrato sul decreto Cultura e Turismo e su quello “competitività”. le priorità degli italiani sono altre. E se Renzi, Grillo e Berlusconi si vogliono confrontare sulle riforme dimenticandosi degli italiani…..”

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Riforme: Centinaio “la Lega non scherza e non è la stampella di nessuno”

Le riforme da oggi sono all’esame dell’Aula di Palazzo Madama.
Tra oggi e domani interverranno tutti i Senatori della Lega.
“Noi non facciamo sconti ad un Governo che ha le idee confuse sulle riforme” dichiara il Capogruppo al Senato della Lega Nord, Gian Marco Centinaio.senato

ROMA, 14 LUG “Le modifiche apportate dalla Lega Nord al testo hanno corretto le storture di Renzi. Ringraziamo per questo Calderoli, senza di lui e la Lega le riforme portate da oggi in Aula al Senato sarebbero state centralista e contro le amministrazioni virtuose. Comunque si può fare ancora molto, migliorando il testo e dando più competenze alle Regioni e agli Enti locali: a loro devono essere affidate maggiori competenze e più responsabilità. Solo così si può guardare a uno Stato moderno che dia risposte ai cittadini e faccia risparmiare risorse pubbliche premiando chi amministra bene e tagliando i viveri agli spreconi”.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Caso Maugeri: Gian Marco Centinaio firma a sostegno dei dipendenti della clinica di Pavia

Il senatore pavese e capogruppo della Lega Nord in Senato Gian Marco Centinaio sostiene i dipendenti della Clinica Maugeri di Pavia. Sabato 12 luglio Centinaio ha incontrato i rappresentanti dei lavoratori e ha firmato contribuendo di fatto alla causa portata avanti dal personale della clinica, che gestisce un presidio permanente davanti alla Fondazione dal 4 di luglio, data in cui il direttore generale Alberto De Matthaeis ha ufficializzato pesanti tagli ai salari per ripianare la situazione economica della Maugeri stessa.
Passare a lasciare la mia firma e ad incontrare i dipendenti è stato il mio pensiero tornando da Roma – ha dichiarato il senatore Centinaio – come sempre, sono pronto ad impegnarmi per far sì che anche questa situazione non facile possa risolversi. Qui ci sono in gioco troppe variabili importanti: l’eccellenza della sanità pavese si basa anche sulla dedizione e sulla preparazione del proprio personale. Se tagliamo gli stipendi ai dipendenti otterremo gravi difficoltà che si ripercuoteranno inevitabilmente sui pazienti. Pavia non può permettersi, in campo sanitario, di essere seconda a nessuno e di essere costretta a ragionare secondo logiche di profittoIMG-20140712-WA0003

IMG-20140712-WA0007

IMG-20140712-WA0006“.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Legge elettorale: Centinaio (Ln), a cittadini interessa Italicum?

(ANSA) – ROMA, 10 LUG – “Interessa realmente ai cittadini italiani, in questo momento di crisi, che la priorita’ sia l’Italicum o non l’Italicum? O interessa il lavoro?
A me interessa che il mio vicino di casa, che ha perso il lavoro da
due mesi, lo ritrovi nel piu’ breve tempo possibile”
Cosi’ ad Agora’, su Rai3 il senatore della Lega Nord, Gian Marco
Centinaio.
(ANSA)

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

GRAZIE!!!!!!!! Questo non è un arrivo: questa è una partenza!!!

GRAZIE A TUTTI!!!!!!

Dopo 24 ore rispondo (non perchè adesso me la tiro ma…..è stata una giornata allucinante).
Un incarico di grandissima responsabilità con un gruppo di Colleghi Senatori che stimo e che non cambierei per niente al mondo.
Una grande squadra che sta lavorando (anche nell’ombra) per il bene di chi condivide i nostri ideali.
Io cercherò di portare la mia passione, i miei pregi (pochi) e difetti (tanti). ma…ormai mi conoscono e sanno come prendermi.
Un grazie a tutti Voi. per quello che avete scritto, per gli SMS, le telefonate, le mail… un grazie a chi mi sta sostenendo in tutti i modi. un GRAZIE alla mia Sezione ed alla mia bellissima Provincia, con i suoi Militanti appassionati che lavorano.. un Grazie a Matteo Salvini il nostro CAPITANO. un grazie ai miei colleghi in Senato (in particolare a Massimo Bitonci che ci ha guidati in questo anno). un grazie alla mia famiglia: a Roberta, a mia Mamma, mia sorella Manuela Centinaio, Marco (ed un grazie ai tre piccoli appena arrivati). un GRAZIE al mio papà che avrei voluto averlo qui con me in questo momento importante. un grazie a tutti coloro che non ho ringraziato. un grazie alla mia città che adoro: perchè potrò essere pure il Capogruppo della Lega in Senato ma… io sono un pavese e se la mia città mi fa disperare (confido negli amici Vigevanesi e Vogheresi: non fate gli stessi errori di noi pavesi) rimangono sempre la città e la provincia più belle del mondo. ho dimenticato qualcuno??? scusatemi! ma sono esausto! vi ringrazierò ed abbraccerò di persona!!!
Vi lascio la mia mail: [email protected]
Questo non è un arrivo: questa è una partenza!!
… e come dice il mio amico Massimo Canevari: adesso Renzi deve tremare!

 

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

RIFORME: CENTINAIO, LEGA FAVOREVOLE DA SEMPRE A RIDUZIONE NUMERO PARLAMENTARI. BASTA BUGIE A 5 STELLE

ROMA, 9 Luglio “La Lega Nord in commissione affari costituzionali ha votato a favore di ogni emendamento, nostro e degli altri, che va nella direzione del dimezzamento o comunque della riduzione del numero dei parlamentari. Basta bugie a cinque stelle. I grillini inizino a preoccuparsi dei problemi concreti delle persone invece di fare inciuci con Renzi sulla legge elettorale per spartirsi le poltrone”.
Lo dichiara il capogruppo della Lega Nord al Senato Gianmarco Gian Marco Centinaio.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone