RIFORME: CENTINAIO: LEGA A FAVORE ABOLIZIONE DEL SENATO MA MAGGIORANZA POLTRONARI AMICI DI RENZI BOCCIATO EMENDAMENTO

ecco come hanno votato
ecco come hanno votato

ROMA, 30 LUG “La Lega Nord ha votato per l’abolizione del Senato. La maggioranza dei poltronari, Forza Italia compresa, tutti amici di Renzi hanno invece bocciato l’emendamento. Centrodestra non pervenuto: Fi e Ncd completamente asserviti al renzismo. Vergogna.
Si sono forse venduti per una promessa di un seggio in parlamento?
Lo vedremo a breve, nero su bianco scritto nell’Italicum“.

Lo dichiara Gian Marco Centinaio, capogruppo della Lega Nord al Senato.
30 luglio giamma

Galleria della resistenza

ROMA, Palazzo Madama 30 luglio 2014
Lega Nord … Con Roberto Calderoli, Gian Marco Centinaio, Sergio Divina, Erica Stefani,Stefano Candiani, Andreina Comaroli, Raffaele Volpi, Jonny Crosio, Emanuela Munerato, Bellot Raffaela, Giacomo Stucchi

CENTINAIO: perchè la proposta di abolire il senato ha visto il voto contrario del PD????

Il Capogruppo al Senato, Senatore Gian Marco Centinaio
Il Capogruppo al Senato, Senatore Gian Marco Centinaio

ROMA 29 LUG. “Renzi accusa i Senatori di essere solo interessati alla poltrona. Ed allora perché la proposta di abolire del tutto il Senato (il Senato pensato da Renzi fa pena!) ha visto il voto contrario del PD???? Chi sarebbero i cadregari??? NOI siamo per un Senato dei cittadini. Renzi per quello dei nominati amici degli amici

Firenze- LA SOTTRAZIONE DI DEMOCRAZIA

FIRENZE p.za Madonna della Neve (le murate) 28 LUG. – Dibattito: La Sottrazione di democrazia, la riforma costituzionale del governo e l’Italicum, le forme di opposizione, il ruolo degli organi di garanzia
Intervengono:
Francesco Campanella: gruppo misto (senatore)
Gian Marco Centinaio: Lega Nord (capogruppo)
Alessia Petraglia: SeL (senatrice)
Francesco Baicchi: Rete per la Costituzione
Pancho Pardi: Liberacittadinanza
Paolo Solimeno: Giuristi Democratici
coordina Cinzia Niccolai (Carovana per la Costituzione SEMPRE)

DL CULTURA E TURISMO: CENTINAIO (LN): ALTRO PROVVEDIMENTO IMMOLATO SULL’ALTARE DELLE RIFORME. LA POLITICA CHIEDA SCUSA

ROMA 28 LUG.“Al senato situazione surreale…  Renzi ha sacrificato alle riforme ogni provvedimento.
Cultura e turismo, il tanto sbandierato ‘petrolio’ italiano, sono stati liquidati in una mezza giornata e nell’ennesima fiducia.
La politica dovrebbe chiedere scusa”.
È un passaggio dell’intervento del senatore leghista Gian Marco Centinaio, nel corso delle dichiarazioni di voto sul decreto cultura.
“Impossibile discutere le nostre proposte, elaborate con il supporto di 32 tecnici. Il governo si è fatto un baffo di problemi come l’abusivismo turistico, la richiesta degli operatori di istituire un albo degli agenti di viaggio, la crisi, i 105 milioni di euro di fondi europei mai spesi. Tutto liquidato in un dibattito di facciata e nella fiducia finale, che ha reso tutto inutile.
Interi settori, ancora una volta, sono stati ignorati e traditi.
Renzi si assuma la responsabilità di aver immolato l’ennesimo provvedimento sull’altare delle riforme, ormai diventato un palcoscenico tutto personale”

Manifestazione a Firenze: LA SOTTRAZIONE DI DEMOCRAZIA

Le Murate - P.za Madonna della Neve - Firenze
Le Murate – P.za Madonna della Neve – Firenze

lunedì 28 luglio 2014, ore 21
p.za Madonna delle Neve
(complesso delle Murate)
FIRENZE – LA SOTTRAZIONE DI DEMOCRAZIA
la riforma costituzionale del governo e l’Italicum, le forme di opposizione, il ruolo degli organi di garanzia
Intervengono:
Francesco Campanella: gruppo misto (senatore)
Gian Marco Centinaio: Lega Nord (capogruppo)
Alessia Petraglia: SeL (senatrice)
Francesco Baicchi: Rete per la Costituzione
Pancho Pardi: Liberacittadinanza
Paolo Solimeno: Giuristi Democratici
coordina Cinzia Niccolai (Carovana per la Costituzione SEMPRE)

RIFORME: CENTINAIO “NESSUNA FRETTA, NON CI INTERESSANO DATE” ROMA (ITALPRESS)

24 luglio 5“Non siamo i frenatori. A noi la data dell’8 agosto non interessa. Non abbiamo fretta di chiudere tutto in 15 giorni perche’, a differenza di Renzi e della Boschi non abbiamo l’ombrellone prenotato. Siamo disponibili a trovare una soluzione per cose importanti come la riduzione del numero dei parlamentari
e maggiore democrazia diretta attraverso i referendum”. Lo afferma
in una nota Gian Marco Centinaio, capogruppo della Lega Nord a
Palazzo Madama.
“Abbiamo parlato con il segretario generale che ha preso atto delle nostre preoccupazioni. Noi vogliamo parlare di vere riforme e cose concrete – aggiunge -. Di certo Renzi non rappresenta i cittadini come quelli che non arrivano a fine mese o che non hanno un lavoro. Marra ci ha assicurato che anche il presidente Napolitano vigilera’ sulla situazione ma sappiamo gia’ che non potremo incontrarlo nemmeno nei prossimi giorni perche’ da domani
sara’ in vacanza”.
(ITALPRESS).
sat/com
24-Lug-14 20:49