INCONTRI BILATERALI TRA IL MINISTRO CENTINAIO E I MINISTRI ARGENTINI 🇮🇹️🤝🇦🇷️

Buenos Aires, 27 luglio 2018 – Durante la notte italiana il Ministro Gian Marco Centinaio, che in questi giorni è a Buenos Aires in occasione del G20 Argentina, ha avuto modo d’incontrare il Ministro argentino dell’Agroindustria, Luis Miguel Etchevehere, e il Ministro argentino del Turismo, Gustavo Santos.

“Lavoriamo per migliorare i rapporti agricoli, commerciali e scientifici tra nostri Paesi.
Abbiamo programmato una serie di iniziative in comune che proporrò agli Assessori Regionali al mio ritorno in Italia.

Quasi la metà degli argentini ha origini italiane. Lavoriamo per far conoscere agli argentini la loro terra d’origine con iniziative turistiche e per far conoscere agli italiani i loro cugini argentini.”
ha dichiarato il Ministro Gian Marco Centinaio.

G20: CENTINAIO INCONTRA COLLETTIVITA’ ITALIANA

Il ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Sen. Gian Marco Centinaio, ha incontrato oggi a Buenos Aires, in occasione della riunione dei Ministri del G20, la comunità italiana in Argentina. Al centro del colloquio l’agricoltura e le potenzialità che possono offrire le nuove tecnologie, in termini di efficienza e sostenibilità, e il turismo, motore trainante dell’economia, da cui possono derivare grandi opportunità. I rapporti tra Italia e Argentina si fondano su un profondo legame storico e culturale, rafforzato da una cospicuità collettività italiana nel Paese di oltre novecentomila persone, cui si somma un numero superiore di italodiscendenti.

MIPAAFT, MINISTRO CENTINAIO IN ARGENTINA PER IL G20: LA SFIDA DELLA SICUREZZA DEL CIBO E IL CONTRASTO AI CAMBIAMENTI CLIMATICI

Il Ministro Gian Marco Centinaio sarà in Argentina da oggi, giovedì 26 luglio fino a sabato 28 luglio in occasione della riunione dei Ministri del G20.

Un appuntamento molto importante in cui si porrà l’accento sul ruolo dei Paesi G20 nelle sfide globali quali la sicurezza alimentare, lo sviluppo sostenibile e gli effetti dei cambiamenti climatici.

Per l’occasione, il Ministro incontrerà gli omologhi argentini del turismo e dell’agroindustria oltre alla collettività italiana.

Così in una nota l’ufficio stampa del Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo.

TURISMO ACCESSIBILE

“L’accessibilità è un concetto di ampio respiro ma che per me ha una grandissima importanza: tutti i turisti anche con disabilità e con esigenze specifiche hanno diritto all’inclusione, alla partecipazione, al comfort, al divertimento, alla sicurezza e soprattutto all’informazione.

Questi diritti devono essere garantiti attraverso la realizzazione di un sistema turistico Paese in grado di accogliere e ospitare tutti.

Il Turismo Accessibile non è un turismo di nicchia, è un concetto trasversale rispetto a tutti i tipi di turismi, che si concretizza in un mercato universale, per interagire con il quale dobbiamo necessariamente mettere a sistema una visione fatta di conoscenze e competenze che oggi sono patrimonio di pochi e farla diventare invece patrimonio condiviso.

Prima di tutto dagli operatori turistici e dagli imprenditori italiani i quali potranno con ciò accedere a nuove quote di mercato in Italia, in Europa, nel mondo.

Un’operazione di questa portata e con questi obiettivi mette in campo risorse e strategie che sono anche strumento utile per ottenere una vera inclusione proattiva delle persone con disabilità in tutti i comparti della società civile, dando di fatto applicazione ai principi sanciti in Carte fondamentali quali la Costituzione Italiana, la Dichiarazione di Madrid e la Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità.

Vorrei quindi che gli interventi economici e finanziari per la fiscalità agevolata, gli incentivi alle imprese, l’ampliamento del fondo di garanzia, vengano utilizzati anche e soprattutto in questa direzione.
Cosi come intendo includere la parametrazione dell’accessibilità nel nuovo sistema di classificazione alberghiera che ho in mente di promuovere assieme alle autonomie locali e regionali.

Lavorerò ovviamente a fianco del Ministro Lorenzo Fontana per iniziative comuni nell’ambito sia della formazione che dell’occupazione legata alla disabilità e proporrò la realizzazione di campagne di comunicazione coordinate nell’ambito del turismo accessibile.”

Così il Ministro Gian Marco Centinaio nelle linee programmatiche, in merito al turismo, presentate alle Commissioni Industria e Turismo di Camera e Senato

Quello di ONU e OMS è un attacco alla nostra enogastronomia. Noi non ci stiamo. Faremo una battaglia molto dura a difesa del Mare in Italy.

“ONU e OMS ritengono che facciano bene alla salute prodotti come la Coca Cola, o altri, perché “light” e poi ci condannano il Parmigiano ed altri prodotti dell’enogastronomia italiana per un grammo di sale di troppo.

Noi non ci stiamo, su questo faremo una battaglia molto dura, perché qui c’è la volontà di ridimensionare i prodotti italiani.
Da Ministro dell’agricoltura dico che siamo sotto attacco e se siamo sotto attacco contrattacchiamo.

Il nostro obiettivo è quello di far capire al mondo che l’enogastronomia italiana è di qualità.
Non voglio assolutamente fare un passo indietro.
Non posso pensare che i nostri prodotti come il Grana Padano, il Parmigiano, il Prosciutto di Parma o l’olio vengano considerati come i prodotti chimici che spesso vengono venduti nei supermercati americani.”

Così il Ministro Gian Marco Centinaio commentando la decisione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che ha paragonato il Parmigiano reggiano, il Prosciutto di Parma e l’olio d’oliva dannosi per la salute come le sigarette.

CENTINAIO: “Nessuna fretta di portare il CETA in aula”

“Nessuno ha fretta di portare il Ceta in aula, vogliamo capire con dati concreti se questo accordo è realmente vantaggioso per il nostro paese, ad oggi ci sembra di no.

Nulla ci sta dicendo, in modo concreto e con dati reali e razionali, che la posizione che abbiamo assunto nel contratto di governo è una posizione sbagliata.

Siamo invece d’accordo all’accordo commerciale tra Unione Europea e Giappone, poiché vedo più tutelata l’agricoltura italiana rispetto a quanto non avvenga nel Ceta.”

Così il Ministro Gian Marco Centinaio a margine del Consiglio UE Agricoltura e Pesca a Bruxelles.

CENTINAIO: ” Discussione sulla Xylella molto costruttiva”

Il ministro Gian Marco Centinaio e il commissario Ue alla Salute, Vytenis Androukaitis.

(ANSA) – BRUXELLES, 16 LUG – La discussione sulla Xylella tra il ministro dell’Agricoltura, Gian Marco Centinaio, e il commissario Ue alla Salute, Vytenis Androukaitis, è stata “molto costruttiva”.

Così una portavoce del commissario, spiegando che Centinaio ha lo informato della sua visita in Puglia della prossima settimana e che ha quindi “suggerito di condividere il suo rapporto dopo la visita” con lo stesso Adriukaitis. E’ quindi stata discussa anche una “possibile visita” del commissario in Puglia “più avanti nell’anno”, ha riferito ancora la portavoce.

IL MINISTRO CENTINAIO INTERVIENE ALL’ASSEMBLEA DI FEDERTURISMO CONFINDUSTRIA

“Conosco bene il settore turistico e sento in maniera forte il senso di responsabilità dei colleghi tour operator, agenti di viaggi e albergatori che si attendono molto da me.

La strada da percorrere è lunga, tra le prime questioni che il Ministero intende affrontare c’è la costruzione di una mappa per delineare tutte le funzioni della direzione del turismo, che verrà trasformata in un unico dipartimento.

Per prima cosa stipulerò accordi con le agenzia di viaggio online per far sì che accettino solo pacchetti certificati.
Un’altra manovra immediata riguarderà invece la tassa di soggiorno, da rimodulare o abolire.

Mi impegnerò, inoltre, nella lotta senza quartiere all’abusivismo e alla revisione del sistema di classificazione delle stelle alberghiere, assegnate a livello regionale con criteri diversi e spesso non aggiornati agli standard contemporanei.

Oggi l’Italia è la quinta potenza turistica nel mondo ma dobbiamo crescere e scalare questa classifica.”

Così il Ministro delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo Gian Marco Centinaio, intervenuto oggi all’Assemblea annuale di Federturismo Confindustria.

ASSEMBLEA CONFAGRICOLTURA A BRUXELLES: L’INTERVENTO DI CENTINAIO

«L’evento di oggi – ha affermato il ministro delle Politiche agricole e del Turismo, Gian Marco Centinaio – rappresenta una delle prime tappe di un percorso che intendo portare avanti sui territori sia con le associazioni di categoria , sia con le Regioni, per ascoltare e poter dare risposte concrete agli operatori del settore, affrontando le sfide che abbiamo di fronte, in chiave nazionale ed europea. A partire dalla riforma della Pac. Lunedì 16 luglio sarò di nuovo a Bruxelles per discutere in Consiglio di semplificazione e sussidiarietà. Abbiamo bisogno di una Europa che cammini al nostro fianco». «Dobbiamo dimostrare, anche all’estero, cos’è davvero il sistema Italia: difendiamo le nostre eccellenze, investiamo su innovazione e ricerca, potenziamo l’export. Un discorso globale che dalla terra e dalla tradizione di ogni singola realtà del nostro Paese arrivi in tutto il mondo».

“Sul CETA il Governo sta meditando su quale azione politica intraprendere.”

“Non siamo degli sprovveduti, né gente che vuole mandare il nostro Paese in malora però chiediamo delle modifiche sostanziali all’accordo di libero scambio tra Unione Europea e Canada.

Per quanto riguarda l’agricoltura il CETA tutela solo 41 delle nostre oltre 400 eccellenze DOP e IGP.
È vero che quelle nell’accordo queste occupano circa il 90% del fatturato, ma allora facciamo il 100%, visto e considerato che non mi sento di lasciare per strada 360 DOP e IGP.”

Così il Ministro Gian Marco Centinaio nell’intervento tenuto quest’oggi all’Assemblea di Confagricoltura “Coltiviamo l’Italia”.