Lovere, incontro M.G.P. > Scuola è Futuro – Scuola è Expo-2015

lovere 1Organizzato dal M.G.P. di Bergamo e Brescia, si è tenuto oggi,  a Lovere un incontro dal titolo: “Scuola è Futuro – Scuola è Expo-2015”
Con i giovani si è parlato  di EXPO, Futuro e digitalizzazione scolastica!

“Non devono più esserci presidi e insegnanti che limitano e nascondono le nostre tradizioni.
Sono stupito dal fatto che alcuni studenti non si mettano a distruggere tutto o a imbrattare i muri, ma si pongano delle domande e vadano a chiedere delle risposte concrete a chi se ne intende seriamente!”
Sono intervenuti: il sen. Gian Marco Centinaio, il sen. Nunziante Consiglio e Assessore Lombardo Cristina Cappellini.

Firenze- LA SOTTRAZIONE DI DEMOCRAZIA

FIRENZE p.za Madonna della Neve (le murate) 28 LUG. – Dibattito: La Sottrazione di democrazia, la riforma costituzionale del governo e l’Italicum, le forme di opposizione, il ruolo degli organi di garanzia
Intervengono:
Francesco Campanella: gruppo misto (senatore)
Gian Marco Centinaio: Lega Nord (capogruppo)
Alessia Petraglia: SeL (senatrice)
Francesco Baicchi: Rete per la Costituzione
Pancho Pardi: Liberacittadinanza
Paolo Solimeno: Giuristi Democratici
coordina Cinzia Niccolai (Carovana per la Costituzione SEMPRE)

Manifestazione a Firenze: LA SOTTRAZIONE DI DEMOCRAZIA

Le Murate - P.za Madonna della Neve - Firenze
Le Murate – P.za Madonna della Neve – Firenze

lunedì 28 luglio 2014, ore 21
p.za Madonna delle Neve
(complesso delle Murate)
FIRENZE – LA SOTTRAZIONE DI DEMOCRAZIA
la riforma costituzionale del governo e l’Italicum, le forme di opposizione, il ruolo degli organi di garanzia
Intervengono:
Francesco Campanella: gruppo misto (senatore)
Gian Marco Centinaio: Lega Nord (capogruppo)
Alessia Petraglia: SeL (senatrice)
Francesco Baicchi: Rete per la Costituzione
Pancho Pardi: Liberacittadinanza
Paolo Solimeno: Giuristi Democratici
coordina Cinzia Niccolai (Carovana per la Costituzione SEMPRE)

Congresso Lega Nord a Padova, Centinaio: riforme? Per noi le priorità sono lavoro e dignità

Il capogruppo della Lega al Senato Gian Marco Centinaio è intervenuto al congresso della Lega Nord di Padova. Un intervento deciso, con il cuore rivolto costantemente alla gente, alle necessità di coloro che vivono tutti i giorni in uno stato che non garantisce lavoro e pari diritti: “In queste ultime settimane sono tante le persone che mi hanno chiesto qual è la posizione della Lega Nord sulle riforme, me lo hanno chiesto giornalisti ma anche cittadini. Certo, le riforme, ma perchè prima non mettiamo come priorità il lavoro, la dignità per gli anziani che non riescono ad arrivare a fine mese, perchè non mettiamo la questione delle imprese che sono costrette a chiudere per i crediti nei confronti della pubblica amministrazione? Perchè non ci decidiamo ad affrontare la questione di quella che io chiamo invasione clandestina?  Noi siamo quindici senatori – ha sottolineato il senatore Centinaio nel suo intervento – non ci sentiamo assolutamente la stampella della maggioranza. Siamo contro la gestione politica di Renzi spesso basata solo sugli interessi di qualcuno. Noi siamo a Roma per portare avanti le richieste della nostra terra, ci sentiamo come guerrieri-guastatori simili agli spartani che quotidianamente fanno barriera per difendere i diritti del proprio popolo”.

Caso Maugeri: Gian Marco Centinaio firma a sostegno dei dipendenti della clinica di Pavia

Il senatore pavese e capogruppo della Lega Nord in Senato Gian Marco Centinaio sostiene i dipendenti della Clinica Maugeri di Pavia. Sabato 12 luglio Centinaio ha incontrato i rappresentanti dei lavoratori e ha firmato contribuendo di fatto alla causa portata avanti dal personale della clinica, che gestisce un presidio permanente davanti alla Fondazione dal 4 di luglio, data in cui il direttore generale Alberto De Matthaeis ha ufficializzato pesanti tagli ai salari per ripianare la situazione economica della Maugeri stessa.
Passare a lasciare la mia firma e ad incontrare i dipendenti è stato il mio pensiero tornando da Roma – ha dichiarato il senatore Centinaio – come sempre, sono pronto ad impegnarmi per far sì che anche questa situazione non facile possa risolversi. Qui ci sono in gioco troppe variabili importanti: l’eccellenza della sanità pavese si basa anche sulla dedizione e sulla preparazione del proprio personale. Se tagliamo gli stipendi ai dipendenti otterremo gravi difficoltà che si ripercuoteranno inevitabilmente sui pazienti. Pavia non può permettersi, in campo sanitario, di essere seconda a nessuno e di essere costretta a ragionare secondo logiche di profittoIMG-20140712-WA0003

IMG-20140712-WA0007

IMG-20140712-WA0006“.