ISTAT, CENTINAIO: RENZI VADA A CASA. ALTRO CHE VOLTA BUONA, QUESTA E’ LA VOLTA DEL FALLIMENTO

23 luglio 4ROMA, 6 AGO “Non la Lega ma i dati dell’Istat bocciano senza appello la politica economica di Renzi. Troppe tasse e statalismo hanno portato il paese alla recessione. I dati sono peggiori di qualsiasi pessimistica previsione. L’Argentina è dietro l’angolo e il premier cosa fa? Un incontro di tre ore con Berlusconi per parlare di nuovo Senato e legge elettorale. Vergogna. Renzi vai a casa. Sei pessimo. Se non ci sarà una svolta vera, una diminuzione sostanziale della pressione fiscale sui costi del lavoro e per le aziende, il Nord e tutto il paese saranno in svenduti alla Cina. Altro che volta buona, questa è la volta del fallimento”.
Così Gian Marco Centinaio, capogruppo della Lega Nord al Senato commenta i dati Istat sul Pil del secondo trimestre

Centinaio: interrogazione parlamentare in merito alla necessità di realizzare graduatorie regionali nelle scuole

29 luglioAl Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca scientifica –

Premesso che: 
nelle graduatorie provinciali da cui saranno attinti, a breve, i docenti da immettere in ruolo, gli insegnanti già in attesa  da anni, si sono visti scavalcati di numerose posizioni da colleghi provenienti dalle regioni del Sud del Paese, che esibiscono punteggi molto elevati;

ad esempio a Lucca nelle graduatorie della scuola dell’infanzia le prime 200 posizioni sono state occupate da  insegnanti provenienti da altre province; Leggi tutto “Centinaio: interrogazione parlamentare in merito alla necessità di realizzare graduatorie regionali nelle scuole”

D.l. P.a.: Salvini, 4000 insegnanti fregati per la seconda volta

(ANSA) – ROMA, 4 AGO – “Quattromila insegnanti, fregati dalla Fornero, sono stati ri-fregati da Renzi. Dovevano andare in pensione, ma il governo non trova i soldi…Altra promessa non mantenuta, altra Renzata”. Cosi’ il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini a proposito della norma cancellata dal governo al decreto sulla pubblica amministrazione all’esame del Senato.(ANSA)

Centinaio:interrogazione parlamentare in merito alla crisi del mercato dell’auto

ROMA 4 LUG.

Premesso che:

il mercato delle automobili in Italia in maggio u.s., in termini di vendita di nuove automobili, ha perso il 3,8% rispetto all’anno precedente;

il gruppo Fiat Chrysler Automobiles ha immatricolato in Italia a maggio 36.720 vetture, ben l’11,03% in meno rispetto allo stesso mese del 2013, quando erano state immatricolate 41.273 vetture. La quota mercato del gruppo è scesa dal 30,16% dello scorso anno al 27,9%, in flessione del 2,26%; Leggi tutto “Centinaio:interrogazione parlamentare in merito alla crisi del mercato dell’auto”

DL CARCERI: CENTINAIO (LEGA), GOVERNO STA DALLA PARTE DI CAINO = INAUDITO IN DEMOCRAZIA DARE SOLDI CONTRIBUENTI A DETENUTI E IMMIGRATI

Renzi sta dalla parte dei criminali.....solo la Lega sta con le vittime e con la gente! — con Giacomo Stucchi, Paolo Arrigoni, Sergio Divina, Jonny Crosio, Erika Stefani, Patrizia Bisinella, Bellot Raffaela, Emanuela Munerato, Stefano Candiani e Gian Marco Centinaio
Renzi sta dalla parte dei criminali…..solo la Lega sta con le vittime e con la gente! — con Giacomo Stucchi, Paolo Arrigoni, Sergio Divina, Jonny Crosio, Erika Stefani, Patrizia Bisinella, Bellot Raffaela, Emanuela Munerato, Stefano Candiani e Gian Marco Centinaio

Roma, 2 ago. (Adnkronos) – “Questo governo sta dalla parte di Caino: dà 8 euro al giorno ai detenuti, regala 42 euro al giorno agli immigrati, il tutto a danno dei contribuenti italiani. Cose inaudite per un governo democratico”. Lo dice il presidente dei senatori della Lega Gian Marco Centinaio, che con tutti i colleghi del gruppo ha srotolato uno striscione nella sala Maccari del Senato con la scritta: “Renzi sta dalla parte dei criminali”.
I senatori leghisti tengono tra le mani delle finte banconote da 8 euro.
All’obiezione che l’Italia era sotto le sanzioni Ue, Centinaio replica: “Le alternative c’erano: rimandare nel Paese d’origine chi sta nelle patrie galere e costruire nuove carceri. Qui invece si spendono i soldi nostri, il governo pone la fiducia per non lavorare la domenica, come chiedevamo noi, ai quali invece Renzi dà dei ‘poltronari’.. Gian Marco Centinaio

RIFORME: CENTINAIO, FUORI DALL’AULA. SE QUESTO E’ NUOVO SENATO MEGLIO ABOLIRLO

ROMA, 1 AGO “Resteremo fuori dall’Aula insieme con gli esponenti di Italia lavori in corso finché da parte del governo e della maggioranza non ci sarà un atteggiamento ragionevole su temi importanti. Finora hanno fatto scempio di ogni proposta bocciando la diminuzione del numero dei deputati e scippando del diritto di voto i cittadini. Noi siamo pronti a confrontarci nel merito delle questioni perché se questo è il nuovo Senato, allora meglio abolirlo“.
Lo dice Gian Marco Centinaio, capogruppo della Lega Nord al Senato.

Riforme: Lega oggi non rientrerà in Aula per lavori

Il Capogruppo al Senato, Senatore Gian Marco Centinaio
Il Capogruppo al Senato, Senatore Gian Marco Centinaio

(ANSA) – ROMA, 1 AGO – “La posizione della Lega resta
totalmente negativa nei confronti di questa riforma e ancora più negativa in merito alla gestione dell’Aula del Senato”, spiega
Centinaio sottolineando comunque che, domani, per il dl Carceri il Carroccio sarà in Aula.
Poi, “voglio aspettare che il governo legga le nostre proposte e vedremo come comportarci, noi abbiamo fatto 10 proposte concrete mentre per ora è inutile andare a votare con un metodo che non ci pace”, aggiunge ancora Centinaio. Tra i punti proposti dalla Lega spicca il nodo referendum, non solo in merito alla diminuzione delle firme ma anche alla possibilità che si tengano referendum consultivi sui trattati Ue, punto sul
quale la Lega non cede ad alcuna mediazione. Ma a chi gli chiede se basterà, nel weekend, un’apertura del governo perché la Lega ritorni in Aula alla ripresa dei lavori, Centinaio smentisce: quello delle riforme è “un prodotto avariato“. (ANSA).