La Lega Nord elegge il nuovo capogruppo al Senato: è Gian Marco Centinaio

giamma alla nomina capogruppo
Il Senatore Gian Marco Centinaio, nuovo Capogruppo al Senato per la Lega Nord

Matteo Salvini, durante la conferenza stampa che ha tenuto alle ore 14.30 presso la camera dei Deputati, ha comunicato il nome del nuovo capogruppo al Senato per la Lega Nord: è Gian Marco Centinaio.
“Uno dei Capogruppo più giovani al Senato”

Passaggio di consegne tra il Senatore Massimo Bitonci, eletto Sindaco a Padova, e il Senatore Gian Marco Centinaio.

Il Sen. Centinaio durante la conferenza di Salvini per la nuova nomina a Capogruppo al Senato

FIRENZE, CENTINAIO (LN): ASSEDIO DI ROM, FIGURACCIA PER IL PAESE. RENZI INCAPACE

ROMA, 17 LUGLIO – “Dopo aver nascosto i rom nei sottopassaggi, Renzi ha trovato loro anche un lavoro: l’accattonaggio molesto a danno dei turisti. Che pessima figura per il Paese”. Così il senatore Gian Marco Centinaio, commentando l’inchiesta diCorriere.it sull’assedio di nomadi e questuanti alla stazione di Santa Maria Novella. Sul tema, a giugno 2013, il senatore leghista aveva presentato un’interrogazione al ministro Alfano. “Da quella data niente è stato fatto, la situazione si è addirittura aggravata”, denuncia Centinaio. “Abusivismo e accattonaggio molesto: il simbolo della pessima eredità di Renzi in una delle città più visitate del Paese. Inutile parlare di art bonus e di piani per il turismo se ai turisti offriamo come primo biglietto da visita l’illegalità e l’abusivismo, per giunta in una delle città a maggiore vocazione artistica del mondo. È preoccupante che chi non è stato in grado di garantire il rispetto della legalità nella sua città, ora abbia in mano le redini del Paese”.

La nuova riforma della scuola? Un danno a tutto il settore!!

scuola bosone centinaioLa riforma della scuola fatta da un ingegnere elettrotecnico!!!!

Quanti sono gli insegnati e gli operatori del mondo scuola disponibili a cercare di migliorare questa proposta assurda?

Qui di seguito  il link a una pagina, con la lettera di un dirigente scolastico che evidenzia molte criticità in merito alla riforma scolastica.
http://www.orizzontescuola.it/news/lettera-riforma-della-scuola-fatta-ingegnere-elettrotecnico

 

Rai: a Parma canone preteso dai ciechi. Centinaio e Caparini (Lega) promuovono un’interrogazione

attentialcanoneIl deputato Davide Caparini e il senatore Gian Marco Centinaio, componente della commissione di
vigilanza Rai, entrambi della Lega Nord, hanno presentato un‘interrogazione al governo per chiedere di modificare le
prassi secondo cui le associazioni e gli enti che hanno diritto alle esenzioni (come scuole, enti assistenziali, centri diurni
per anziani) devono annualmente presentare la richiesta di esonero. “Sia compilato una volta per tutte un registro per
tenere traccia di chi non deve pagare, la Rai la smetta di provocare inutili disagi”, sollecitano i due parlamentari. “Un
registro, aggiornato, e’ la soluzione piu’ semplice e comoda per evitare richieste insistenti a chi e’ esentato, come nel caso
dell’associazione ciechi cristiani di Parma, da anni indebitamente bersagliata di cedolini di pagamento, solleciti e
richieste di saldo”.
Caparini e Centinaio invitano la vigilanza Rai a “porre fine allo stalkeraggio del canone. E’ scandaloso e incivile che l’emittente pubblica tenti annualmente di mettere le mani nelle tasche dei cittadini con metodi truffaldini e spesso toni
minatori, cercando di spillare denaro anche a chi e’ esonerato. Ancor piu’ odioso che simili metodi siano messi in campo con le
associazioni di disabili”. (ANSA).ciechi canone

RAI, A PARMA CANONE PRETESO DAI CIECHI, INTERROGAZIONE CAPARINI E CENTINAIO: STOP ALLO STALKERAGGIO

ROMA, 3 LUGLIO – Lo ‘stalkeraggio’ del canone non risparmia nemmeno i non vedenti. Il caso dei cedolini da anni inviati all’associazione “Ciechi cristiani di Parma onlus” arriva alla Camera. Il deputato Davide Caparini e il senatore Gian Marco Centinaio, componente della commissione di vigilanza Rai, hanno presentato un’interrogazione al governo per chiedere di modificare le prassi secondo cui le associazioni e gli enti che hanno diritto alle esenzioni (come scuole, enti assistenziali, centri diurni per anziani) devono annualmente presentare la richiesta di esonero. “Sia compilato una volta per tutte un registro per tenere traccia di chi non deve pagare, la Rai la smetta di provocare inutili disagi”, sollecitano i due parlamentari. “Un registro, aggiornato, è la soluzione più semplice e comoda per evitare richieste insistenti a chi è esentato, come nel caso dell’associazione ciechi cristiani di Parma, da tre anni indebitamente bersagliata di cedolini di pagamento, solleciti e richieste di saldo”. Caparini e Centinaio invitano la vigilanza Rai a “porre fine allo stalkeraggio del canone. È scandaloso e incivile che l’emittente pubblica tenti annualmente di mettere le mani nelle tasche dei cittadini con metodi truffaldini e spesso toni minatori, cercando di spillare denaro anche a chi è esonerato. Ancor più odioso che simili metodi siano messi in campo con le associazioni di disabili”

RAI, LEGA CHIAMA TARANTOLA IN COMMISSIONE DI VIGILANZA: CANONE ESTORTO CON L’INGANNO

ROMA, 2 LUGLIO – “È uno scandalo che il canone Rai venga estorto on l’inganno”. Dopo i casi degli avvisi di pagamento notificati anche per computer e telecamere di videosorveglianza, la Lega Nord chiama in commissione di vigilanza la presidente Rai  Anna Maria Tarantola e le categorie economiche e prepara un presidio di protesta in viale Mazzini.
“Indecente, rapace e scorretto: il canone Rai si conferma anche quest’anno un subdolo meccanismo truffaldino, indegno di un paese che si dice civile”, dice il Sraienatore Gian Marco Centinaio, componente della commissione di vigilanza Rai. “Per alimentare il carrozzone Rai e i grassi stipendi dei suoi 300 dirigenti, hanno messo in piedi una macchina dell’inganno. Manca solo che pretendano il canone per il frullatore o per il citofono di casa”.

SUMMER SCHOOL LEGA NORD PER L’EUROPA DEI POPOLI – II edizione a Follonica

Giamma 2Si è tenuta a Follonica dal 27 al 29 giugno  la 2^ edizione del Summer School Giovani Padani dal titolo “L’Europa dei Popoli – prospettive economiche e geopolitiche”; il Senatore Gian Marco Centinaio è intervenuto con una riflessione dal titolo “Libertà di Cultura – Proposte per una gestione federale del patrimonio artistico e culturale dello Stato”.

Giamma 1

Un intervento che ha voluto essere anche un richiamo forte all’Italia sui temi legati al patrimonio artistico e culturale italiano, alla luce anche dei gravi crolli nuovamente avvenuti a Pompei e delle continue chiusure del sito per questioni sindacali. E proprio sulla questione Pompei il Senatore ha recentemente dichiarato: “Chiediamo al ministro Franceschini che fine abbiano fatto i 105 milioni di euro arrivati dall’Europa per ristrutturare il sito sempre più fatiscente. Questa è l’ennesima pessima figura del paese agli occhi del mondo. Stanno ammazzando il turismo, uno dei pochi beni rimasti all’Italia”.