PESTE SUINA: CENTINAIO A UE, SERVE APPLICAZIONE PRAGMATICA IN NUOVA STRATEGIA DI LOTTA A DIFFUSIONE

“Nessun paese dell’Unione è esente dal rischio di diffusione della peste suina. L’evoluzione della malattia, che abbiamo osservato soprattutto durante la scorsa estate, ci impone di capire il nuovo contesto epidemiologico in cui ci troviamo e sulla base di questo calibrare le risposte in una nuova strategia”. È quanto ha dichiarato il Ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del Turismo, Sen. Gian Marco Centinaio, nel corso della relazione sulla Peste Suina in Commissione Ue a Lussemburgo.

“Dobbiamo aumentare il livello di biosicurezza dei nostri allevamenti, applicare uno stretto controllo sulle registrazione delle aziende suinicole, intensificare i controlli”.
“Ritengo che la Commissione europea debba avere un’applicazione pragmatica nella nuova strategia di lotta alla peste suina africana e valorizzare gli sforzi compiuti quando li illustrerà Paesi Terzi con cui intratteniamo rapporti commerciali” – ha continuato il Ministro Centinaio – “Non possiamo però accettare decisioni unilaterali da parte di paesi terzi indenni o colpiti dalla stessa malattia che applicano misure restrittive non in linea con il codice della salute degli animali terrestri dell’OIE. Ma siamo sicuri che questo verrà fatto. Abbiamo fiducia nel lavoro della Commissione europea”.

Scuola: CENTINAIO, servono operatori agricoltura qualificati Ministro, all’altezza delle sfide che voglio portare avanti

ROMA, 8 OTT – Fuori dall’Italia “purtroppo c’e’ un’agricoltura molto piu’ evoluta rispetto alla nostra. E’ vero pero’ che noi abbiamo un’agricoltura di tradizione che deve essere preservata, ma e’ altrettanto vero che altrove sono gia’ all’agricoltura 4.0”. Lo ha dichiarato il ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco CENTINAIO, in visita oggi alla Scuola Agraria “C.Gallini” di Voghera osservando che “e’ necessario formare operatori di settore qualificati che siano all’altezza della sfida che voglio portare avanti”. Insieme al ministro dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca, Marco Bussetti, “che si e’ mostrato molto interessato al settore agrario, ci siamo posti come obiettivo quello di garantire il giusto grado di istruzione a sempre piu’ ragazzi e nel migliore dei modi – ha spiegato CENTINAIO – Soprattutto nei territori dove c’e’ una tradizione di qualita’, occorre che la scuola assicuri questo processo di formazione anche con corsi post diploma. E’ necessario formare operatori di settore qualificati che siano all’altezza della sfida che voglio portare avanti “, ha concluso il ministro.

Oggi in Camera di Commercio a Pavia il Ministro delle politiche agricole e del turismo Gianmarco Centinaio ha incontrato sia la giunta camerale riunita che i rappresentanti delle categorie produttive ed economiche sul territorio.

Pavia, 8 ottobre 2018. Diversi i temi sul tavolo incentrato sulle possibilità di sviluppo del territorio. In rassegna punti forti e deboli e progetti nei settori di competenza del Ministro. A cominciare dalle produzioni agricole, vino e riso prime fra tutte: Centinaio ha sostenuto la linea intrapresa dal Governo e soprattutto ha auspicato una maggiore collaborazione e coesione progettuale da pare dei protagonisti del mondo legato alla produzione vitivinicola pavese.
Con la giunta camerale pavese, il Ministro affrontato anche il tema degli accorpamenti camerali al quale si è detto interessato in funzione di una possibile soluzione anche considerando l’eventualità che la Camera pavese rimanga camera unica.

MIPAAFT, SBLOCCATI 60 MILIONI DI EURO DI PAGAMENTI AGEA IN FAVORE DI OLTRE 24MILA IMPRESE AGRICOLE

Sbloccati i pagamenti dei contributi in favore degli agricoltori che hanno sottoscritto le polizze assicurative. L’ente pagatore AGEA ha infatti autorizzato un ulteriore pagamento di circa 60 milioni di euro, relativi alla campagna 2017, in favore di oltre 24mila imprese agricole.

Negli ultimi mesi è stata registrata una forte accelerazione della spesa che contribuirà così al raggiungimento degli obiettivi prefissati in fase di programmazione.

“Abbiamo mantenuto l’impegno preso con gli agricoltori – afferma il Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo Sen. Gian Marco Centinaio – La gestione del rischio in agricoltura è un tema fondamentale. Dobbiamo tutelare il reddito delle nostre aziende dalla volatilità dei mercati e dagli effetti dei cambiamenti climatici. Andiamo avanti così sulla strada tracciata per continuare a dare risposte concrete al settore.”

Fermo pesca: Viviani (Lega), task-force CENTINAIO rimedio a gravi errori altrui.

Roma, 5 ott. – “La task-force sul fermo biologico 2016 istituita dal Ministro CENTINAIO per accelerare i pagamenti delle somme destinate ai pescatori e’ un primo, grande rimedio alle gravi inadempienze commesse dai governi passati. Per tanto, troppo tempo i lavoratori del mare e le imprese sono stati ignorati e umiliati. Giorno dopo giorno, stiamo scardinando la burocrazia che impedisce ai pescatori di ricevere le risorse che spettano loro: un diritto sacrosanto che non puo’ essere violato in continuazione. Un plauso al Ministro CENTINAIO e al Sottosegretario Manzato che, giorno dopo giorno, stanno risollevando un settore in ginocchio. Questo e’ sempre piu’ il Governo del sostegno a chi lavora in mare. E di cio’ se ne sono accorti anche in Europa, alla quale continuiamo a chiedere garanzie per il budget complessivo previsto nel Fondo europeo per la politica marittima e della pesca Ue”. Cosi’ il capogruppo della Lega in Commissione Agricoltura della Camera, Lorenzo Viviani

Agricoltura: Centinaio, Ue riconosca valore biodiversità. Vogliamo valorizzare le filiere che tutelano il Made in Italy

ROMA, 05 OTT – “L’eccellenza italiana agroalimentare passa dalla biodiversità e questo l’Europa lo deve capire”. Lo ha detto il Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Gian Marco Centinaio a margine della manifestazione della Coldiretti a Roma. “La Politica agricola comune, i Piani di sviluppo rurale, i contributi in agricoltura – ha detto Centinaio – devono essere sempre di più orientati verso Stati e produttori che non fanno agricoltura massificata”. Impegno del Ministero per la biodiversità anche sul fronte italiano. “C’e’ la volontà di aiutare tutti coloro che fanno eccellenza anche attraverso atti legislativi. “In questo momento l’attività che voglio fare – ha precisato – è cercare di valorizzare le filiere, soprattutto quelle che tutelano il made in Italy. Il mio obiettivo è andare anche su mercati diversi rispetto alla Grande distribuzione organizzata e quindi cercare di lavorare con i ristoratori che prediligono i prodotti particolari e poi favorire le produzioni locali”. A questo proposito Centinaio ha ricordato che è stata presentata una proposta di legge in Senato che il ministero appoggerà nel suo iter parlamentare.

Manovra: Centinaio, l’agricoltura non si tocca, niente tagli. Fondamentale mantenere quello che abbiamo; continuiamo il lavoro.

ROMA, 05 OTT – “Di agricoltura nel Def non se ne parla perché non si tocca, non si taglia niente”. Lo ha detto il Ministro delle Politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco Centinaio, a margine dell’inaugurazione della manifestazione della Coldiretti, rispondendo ad una domanda sui capitoli dedicati al settore primario contenuti nella manovra. “Riuscire a tenere quello che abbiamo per me è fondamentale in un momento in cui si parla di tagli, sembra di essere in sartoria”, ha detto Centinaio, “almeno per quest’anno ho chiesto al presidente Conte e al ministro Tria di non toccare nulla su agriturismo e agricoltura; ci serve proseguire un lavoro di programmazione che è stato fatto già negli anni scorsi senza smantellare e per crescere poco per volta”. Secondo il ministro, le priorità di lavoro per il settore sono l’agricoltura 4.0, il reddito agli agricoltori, la sostenibilità all’agricoltura, favorire l’abbinamento agricoltura e turismo. “Non sto chiedendo la Luna – conclude Centinaio – contrariamente ad altri colleghi”.

Pesca, Centinaio: “Il settore chiede risposte concrete, misure efficaci e tempi rapidi”

La Direzione generale della pesca marittima e dell’acquacoltura, in collaborazione con il reparto Pesca marittima del Corpo delle capitanerie di porto, ha istituito una task force per accelerare le procedure di liquidazione delle pratiche di arresto temporaneo obbligatorio. L’obiettivo, si legge in una nota, “è assicurare entro la fine di novembre la liquidazione delle pratiche relative al fermo pesca del 2016, per poter poi procedere con l’adozione della graduatoria e iniziare i pagamenti anche dell’arresto temporaneo del 2017”. “Il settore chiede risposte concrete, misure efficaci e tempi rapidi afferma il ministro delle Politiche agricole, Gian Marco CENTINAIO e stiamo lavorando per raggiungere tutti gli obiettivi che ci siamo prefissati. Una responsabilità non solo sul piano nazionale, ma anche europeo dove chiediamo garanzie per il budget complessivo previsto nel Feamp.

Argentina-Italia: ministro Centinaio a Buenos Aires firma accordo su “Turismo di ritorno” Argentina-Italia: ministro Centinaio a Buenos Aires firma accordo su “Turismo di ritorno”

Buenos Aires, 30 set – (Nova) – Il ministro italiano del
Politiche agricole alimentari e forestali e del Turismo,
Gian Marco Centinaio, ed il suo omologo argentino, il
sottosegretario Gustavo Santos, hanno siglato ieri un accordo di cooperazione bilaterale sul “turismo di ritorno”.

Il protocollo di intesa, siglato al margine
dell’inaugurazione ufficiale del padiglione italiano alla
Fiera internazionale del turismo (Fit) in corso di
svolgimento a Buenos Aires, punta a favorire l’interscambio
turistico tra le famiglie dei migranti che mantengono una
relazione culturale e parentale nell’altro paese e prevede
il coinvolgimento anche delle rispettive compagnie di
bandiera, Alitalia ed Aerolineas Argentinas. “Si tratta di
un idea nata insieme a Santos durante la mia precedente
visita a Buenos Aires in occasione del G20”, ha spiegato il
ministro Centinaio in un punto stampa successivo alla firma
del documento. “Da parte nostra cercheremo di far si’ che
gli argentini di origine italiana vengano in Italia a
conoscere le loro tradizioni, la loro storia, da dove sono
partiti”, ha aggiunto Centinaio, che ha chiarito che
l’iniziativa si inserisce all’interno del piu’ ampio
obiettivo di “destagionalizzare il turismo”. Non solo, “il
fatto che l’emigrazione verso l’Argentina si sia originata
soprattutto da zone rurali, di provincia, permettera’ di
portare il turismo internazionale in aree del nostro paese
generalmente escluse dai circuiti principali dei tour
operator” ha sottolineato il ministro.

Giornata turismo: Centinaio, puntiamo fortemente sulla Cina. Proporremo idee a prossimo cda Enit, a novembre andrò lì

ROMA, 27 SET – Un altro dei Paesi a cui il mondo del turismo italiano punta fortemente è ovviamente la Cina. A confermarlo all’ANSA è il ministro Gian Marco Centinaio nella giornata mondiale del turismo e all’indomani della diffusione del Report della China Tourism Academy (l’ente del Ministero della Cultura e del Turismo cinese) sul boom dei turisti cinesi in Europa e sul fatto che l’Italia sia la terza nazione più amata. “Con il mio staff – spiega – stiamo lavorando molto sullo sviluppo futuro del turismo dalla Cina e lo proporremo anche al prossimo cda di Enit. Parlo non solo di promozione ma anche di servizi aggiuntivi che vogliamo proporre ai cinesi in Italia. Ai primi di novembre sarò in Cina per parlarne con i tour operator locali”.