*Calcio: Lega, no a caro biglietti su spalle tifosi*

Roma, 12 dic. – “Abbiamo presentato un’interrogazione parlamentare per chiedere al Presidente Conte se non ritenga necessario un intervento teso ad individuare una soluzione nel confronto tra tifoserie e club calcistici sulla delicata questione del caro biglietti. È notizia di queste ore che la tifoseria del Parma, da sempre modello di correttezza e passione sportiva, ha deciso di disertare la trasferta di Napoli in programma per domenica prossima, a causa dell’esagerato costo del biglietto riservato agli ospiti, che ammonta ad euro 40.00 a persona, e che risulta raddoppiato del 100% rispetto alla gara di un anno fa. Se si vuole rigenerare questo sport, avvicinare famiglie e giovani al calcio, lo si deve fare considerando anche l’aspetto economico di questa disciplina che grava sui tifosi, senza pensare di poter scaricare sulle loro spalle inaccettabili aumenti”.

Così i senatori della Claudio Barbaro, Lega Maurizio Campari, Gian Marco Centinaio e Lucia Borgonzoni.

TASSA SU OMBRA, BORGONZONI E CENTINAIO: “FARDELLO INTOLLERABILE DOPO TASSE PD”

RIMINI, 12 DIC – “La tassa sull’ombra è l’ennesima incudine di un fisco nemico dell’imprenditoria e del turismo.

Siamo dalla parte dei balneari, abbiamo lavorato al governo riuscendo a scongiurare la Bolkestein e le insidie dell’Unione Europea, ora non lasceremo che il tanto lavoro fatto venga compromesso da una burocrazia che si accanisce su chi lavora, producendo costi e inutili lentezze. Ci ha già pensato il governo Pd a inondare di nuove tasse il Paese, che graveranno soprattutto su regioni ad alto valore produttivo come l’Emilia Romagna, non è tollerabile che la macchina del fisco appesantisca ulteriormente questo fardello”. Così la candidata alla presidenza della Regione Lucia Borgonzoni e Gian Marco Centinaio, senatore ed ex Ministro dell’Agricoltura e del turismo

🇮🇹 🇺🇸🇹🇼 ITALIA-USA CONFERENZA A TAIWAN: LIBERTÀ E DEMOCRAZIA NON SONO IN VENDITA 🇺🇸🇮🇹🇹🇼

Lega-USA: conferenza stampa congiunta a Taiwan. Presso il Ministero degli Esteri di Taiwan, si è tenuta una conferenza stampa congiunta tra la delegazione guidata dal senatore leghista Centinaio e i membri repubblicani del Congresso in missione a Taipei. Si è discusso di libertà e democrazia a Hong Kong, della necessità di evitare interferenze esterne nelle elezioni taiwanesi e di sicurezza nel settore della comunicazione e della protezione dei dati sensibili. “La conferenza stampa congiunta USA-ITALIA ha molto impressionato i taiwanesi -dicono Centinaio, Bazzaro, Iwobi, Lucchini, Gerardi e Ferrari- e noi siamo contenti di aver lanciato un messaggio così forte e chiaro al mondo”.

MISSIONE A TAIWAN PER INTENSIFICARE I RAPPORTI TRA I DUE PAESI

Taipei, 25 novembre.

Questa mattina a Taipei la delegazione d’amicizia interparlamentare Italia-Taiwan guidata dal senatore leghista Gianmarco Centinaio ha incontrato il ministro degli Esteri di Taiwan, Jaushieh Joseph Wu e il vice-Ministro della Giustizia Cai Bi Jhon.Si è trattato di due lunghi e amichevoli meeting in cui la delegazione composta dal senatore Iwobi, i deputati Bazzaro, Gerardi e Lucchini e il consigliere Ferrari ha ribadito l’importanza di intrattenere rapporti improntati sui valori cardine della libertà, democrazia e autodeterminazione da implementare e rafforzare per mezzo di scambi commerciali e culturali nonchè su una maggiore sinergia nel campo della sicurezza e della legalità.

“Essere amici della Cina- hanno detto Centinaio e colleghi non ci impedisce affatto di essere amici di Taiwan. Nessuno di noi vuole interferire nella faccende di altri stati e nei rapporti tra entità straniere, ma ribadiamo con convinzione che la sovranità italiana si evince anche dalla capacità del nostro paese di interloquire con chi ritiene, senza farsi dettare dall’esterno la lista degli amici: rispettiamo tutti chiedendo il rispetto della nostra libertà di azione e di pensiero che ha come faro la nostra appartenenza alla NATO e al sistema valoriale occidentale”.

Domani- spiega la delegazione- incontreremo anche il Vice-Presidente di Taiwan e ribadiremo questi concetti, complimentandoci anche per l’alto livello di civiltà, educazione e libertà di espressione che abbiamo potuto riscontrare in questa splendida nazione.

CENTINAIO (LEGA): MISSIONE A TAIWAN PER INTENSIFICARE I RAPPORTI TRA I DUE PAESI.”

Dal 20 al 27 novembre sei parlamentari italiani saranno in visita istituzionale a Taiwan. Scopo della missione è quello di intensificare i rapporti politici, culturali, economici e sociali tra il nostro Paese e Taiwan. Una serie di incontri dove ci potremo confrontare sulla necessità di conoscerci meglio e creare le condizioni, anche in Parlamento, affinché si possa permettere ai nostri imprenditori di raggiungere più velocemente Taiwan e agli imprenditori di Taiwan di considerare l’Italia un paese amico. Siamo convinti che momenti come questo servano ad entrambi.” Così il già Ministro Centinaio Capo delegazione dei Palramentari italiani in partenza per Taiwan

Manovra: Lega, Cinque Stelle a caccia nemici, oggi tocca ai cacciatori

Roma, 12 nov. – “Questo governo delle tasse e dei no sceglie un nemico al giorno: oggi a fare le spese dei Cinque Stelle sono i cacciatori. In commissione Agricoltura, abbiamo votato il parere della commissione alla legge di Bilancio, parere che prevedeva la possibilità di utilizzare carne di ungulati provenienti da attività venatoria. Dopo le proteste dei grillini, questa possibilità è stata cancellata. Ancora una volta vince una visione “talebana” che da la colpa all’attività venatoria, limitando settori produttivi ed innovazioni. Sappiano, però, che il dispetto non lo fanno a noi ma al Paese che paga il conto, ogni giorno, della loro miopia”.

Così i senatori della Lega Gianpaolo Vallardi, presidente della commissione Agricoltura, Giorgio Maria Bergesio, capogruppo, Gian Marco Centinaio, già ministro delle Politiche Agricole.

*Agricoltura: Centinaio (Lega), Bellanova eviti gaffe, difesa vino è merito Lega*

Roma, 7 nov. ” Il ministro Bellanova dovrebbe smetterla di intestarsi meriti che non ha per provvedimenti non suoi. Dopo la magra figura sul latte sardo, ora ecco le promesse fatte, nei giorni scorsi, ad una platea di enologi e sommelier a cui ha comunicato prossimi stanziamenti di fondi per l’OCM Vino, che garantisce la promozione del prodotto all’estero, e l’istituzione di un tavolo permanente sul vino. Peccato però che i fondi per OCM Vino per l’annualità 2019-2020 sono stati da me firmati il 4 aprile scorso, così come quelli relativi al 2018-2019, che furono sempre da me siglati il 27 luglio 2018. La ministra poi ci spieghi come l’annunciato tavolo permanente del vino si ponga rispetto al comitato nazionale dei vini già disciplinato dall’art. 40 della legge 238/2016 emanata dal suo amico Renzi: se trova delle risposte batta un colpo ma prima ancora legga meglio, studi ed eviti gaffe”.

Così il senatore della Lega Gian Marco Centinaio, già ministro delle Politiche Agricole.

CENTINAIO (LEGA): “NESSUN ATTACCO A CONSORZIO, UNITI DA TUTELA ECCELLENZE”

BOLOGNA, 6 NOV – “Apprendo che, evidentemente, qualcuno ha interesse a stravolgere la realtà dei fatti e a diffondere notizie prive di fondamento.

Nell’ interrogazione che ho presentato chiedo a Consorzio e organi preposti di controllare se esista una produzione di Italian sounding in Italia. Una richiesta che ho avanzato a difesa degli stessi consorzi e, ovviamente, a difesa del Made in Italy. Ribadisco la massima fiducia nel sistema dei Consorzi, in particolar modo del Consorzio del Parmigiano Reggiano, con cui – da ministro – ho sempre avuto un ottimo rapporto e che ho sostenuto convintamente. Grazie anche alle forze dell’ordine che sono un presidio fondamentale e prezioso anche per la tutela dei nostri prodotti, eccellenza nel mondo”. Così il senatore Gian Marco Centinaio

Manovra: Lega, plastic tax distrugge agricoltura, ministro chiarisca

Roma, 5 nov. – “Abbiamo presentato un’interrogazione al ministro Bellanova per chiarire se corrisponde a verità quanto riportato da alcune associazioni dell’industria alimentare, che segnalano come il governo, stia considerando nella prossima legge di bilancio per il 2020, l’inserimento di una tassa sugli imballaggi di plastica, prevedendo un’aliquota aggiuntiva di costo pari ad 1 euro per chilo. Come bene si comprenderà, una tale iniziativa rappresenta un elemento di grande preoccupazione per le aziende e le filiere del comparto agroalimentare, in quanto introduce un ulteriore gravoso costo a loro carico, che inciderebbe significativamente sulla competitività dell’industria alimentare, a vantaggio dei concorrenti europei, colpendo il mondo agroalimentare ed il suo composito indotto. Inoltre la nuova tassa, si aggiungerebbe al contributo economico già versato al CONAI che, fra l’altro, proprio a partire dal 1° gennaio 2020, subirà un incremento: l’atteggiamento dunque del governo appare incomprensibile; per questa ragione ne rispondano in Parlamento”.

Così ii senatori della Lega Gianpaolo Vallardi, presidente, Giorgio Maria Bergesio, capogruppo, Gian Marco Centinaio, già ministro delle Politiche Agricole, con la senatrice Rosellaina Sbrana, membro della commissione.

Latte:Centinaio,su Sardegna Bellanova prende meriti non suoi (ANSA)

ROMA, 1 NOV – “Le dichiarazioni del ministro Bellanova rilasciate ad inizio settimana in Sardegna sono inaccettabili ed evidenziano come il ministro sia in malafede o consigliata male. Intestarsi la paternità dello sblocco dei 10 milioni di euro destinati ai contratti di filiera e dei 14 milioni di euro necessari all’acquisto dei prodotti del pecorino destinati agli indigenti, è una operazione non solo squallida, ma non corrispondente al vero”. Così il senatore della Lega Gian Marco Centinaio, già ministro delle Politiche Agricole. “Il ministro, infatti, non sa o finge di non sapere che il provvedimento emergenziale che varammo per far fronte alla crisi, fu subito reso operativo con la promulgazione dei relativi decreti attuativi e seguì il normale iter procedurale che ricomprende anche il vaglio definitivo della Corte dei Conti, dove il decreto è ancora in esame. Nessun ritardo, nessun mistero, dunque, se non quello di capire come mai il ministro agisca così sciattamente: la Lega e il sottoscritto, non si sono mai tirati indietro mettendo la faccia nei mesi di governo; la ministra, invece, dimostri amore per il settore, per le sue problematiche e cerchi di portare a casa un risultato utile ai lavoratori: se non ci si riesce, nessun problema, si può sempre passare la mano”, conclude. (ANSA). ESP-COM 01-NOV-19 16:29