Coronavirus: Centinaio, sì a vendemmia verde, è sostegno a imprese vinicole

Roma, 23 apr. – “Ricorrere, in un momento così difficile, alla “vendemmia verde”, cioè all’asportazione totale e parziale di grappoli non ancora maturi, abbassando a zero la resa del vigneto, consentirebbe di non aumentare le giacenze delle aziende agricole – già alle prese con il vino invenduto a causa dell’emergenza Coronavirus – e sosterrebbe convintamente l’intero comparto con soluzioni di pronto impatto e di buonsenso. Presenteremo un emendamento al Cura Italia che consenta al governo di poter praticare questa soluzione, confidando che anche il ministro Bellanova intraveda lo spirito di cooperazione. La Lega è al fianco dei produttori perché sa che questa misura significherebbe anche contenere i costi dei consorzi, delle imprese vinicole che, in questa stagione, non hanno il corrispettivo introito dalle vendite mancate; preparerebbe, infine, l’intera filiera al rilancio di un prodotto di punta del made in Italy che dovrà necessariamete ritornare ad essere uno dei biglietti da visita della nostra enogastronomia in tutto il mondo”.

Così il senatore della Lega Gian Marco Centinaio, già ministro delle Politiche Agricole, Giampaolo Vallardi, presidente della commissione Agricoltura e Giorgio Maria Bergesio, capogruppo nella medesima commissione.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone