CENTINAIO: “CONTE VENGA IN AULA A SPIEGARE LO STATO DI EMERGENZA E PERCHÉ NON L’HA PORTATO AVANTI”

“La gente sta morendo proprio lì dove avevano invitato le persone a fare gli apericena. Non abbiamo mascherine nonostante sia

stato dichiarato stato emergenza nazionale da gennaio per sei mesi. E il governo si preoccupa di pensare già a come mazzolare le imprese quando sarà finita l’emergenza allungando di due anni il periodo dei controlli fiscali. A fronte di una proroga di tre mesi. Non permettendo certo il new DEAL di cui avrà bisogno l’Italia in uno scenario post bellico. E Conte è stato costretto a stringere le misure solo perché le regioni del Nord lo hanno sorpassato a destra appoggiate da Speranza (con il quale ha avuto uno scazzo).

Non credo servano altre parole“ lo dichiara il Senatore e già Ministro della Lega Centinaio

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone