Coronavirus, Lega “Stop a export Grana Padano inaccettabile”

“Se la notizia che la Grecia, a causa della diffusione del Coronavirus, intende bloccare l’esportazione di Grana Padano dall’Italia fosse vera, sarebbe gravissimo. Una decisione inaccettabile che rischia di penalizzare pesantemente l’economia italiana e di indebolire l’immagine del nostro Paese nel mondo. Purtroppo l’allarmismo legato all’epidemia ha messo sotto attacco l’industria agroalimentare made in Italy che subisce scelte non supportate da tesi scientifiche. La stessa EFSA, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, ad inizio febbraio, ha ricordato ed informato che la trasmissione del virus avviene solo da uomo a uomo e non da merce a uomo. Il Grana Padano è il prodotto più esportato al mondo con oltre due milioni di forme vendute ogni anno sui mercati esteri. Per questo motivo, abbiamo presentato un’interrogazione urgente al ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Teresa Bellanova, al ministro degli Esteri, Luigi Di Maio e al ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli per chiedere quali iniziative, anche a livello diplomatico, intendano adottare per scongiurare questo scenario drammatico per migliaia di aziende agricole, e che più avanti potrebbe coinvolgere anche altri Paesi, come la Germania, la Spagna e il Giappone”. Lo scrivono in una nota i senatori della Lega Gian Marco Centinaio, già ministro dell’Agricoltura, Lucia Borgonzoni, Gianpaolo Vallardi, presidente della commissione Agricoltura, Giorgio Maria Bergesio, capogruppo nella commissione Agricoltura, e Rosellina Sbrana.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone