Turismo: Lega, su Thomas Cook governo perde tempo. Appello a partiti, subito aiuti

Roma, 25 Settembre – “Abbiamo già preparato una serie di emendamenti al decreto sulle crisi aziendali per intervenire nell’immediato con aiuti concreti al settore turistico-alberghiero italiano. Ci appelliamo a tutte le forze politiche: sottoscrivete gli emendamenti della Lega perché questo comparto – trainante per l’economia italiana – non può permettersi di arrancare. Purtroppo il fallimento della Thomas Cook, crea un danno all’Italia stimato sui 200 milioni di euro, il Governo Conte invece di agire, perde tempo pensando al trasferimento degli uffici del turismo da un ministero all’altro. E’ essenziale che l’esecutivo attivi subito tutte le procedure di agevolazione fiscale previste, oggi vitali per il settore, perché in ballo c’è la sopravvivenza di migliaia di operatori fortemente danneggiati dal fallimento “.

Così Gian Marco Centinaio senatore della Lega già ministro dell’agricoltura e del turismo e Paolo Ripamonti vice presidente della Commissione Industria, Commercio e Turismo.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone