CENTINAIO (LEGA): BENE I DATI SUI FLUSSI TURISTICI NONOSTANTE UN GOVERNO INCOMPETENTE

“I dati del turismo in questi ultimi giorni sono sicuramente molto positivi ed incoraggianti.
Posto che l’Italia continua ad essere il primo mercato turistico per gli italiani, le indagini delle principali associazioni comunicate in questi giorni, ci confermano, ad esempio, una stagione sciistica fenomenale con un incremento dell’11% delle presenze sulla neve e del giro d’affari del quasi 18% rispetto al 2017 (dati Federalberghi) e ci sono prospettive più che positive sia per Pasqua che per i prossimi ponti (25 Aprile e 1 Maggio), con 10 milioni di italiani in viaggio previsti da Federturismo. Il WTTC, l’autorità mondiale dell’industria turistica, ha appena pubblicato uno studio sui dati complessivi del turismo che fornisce una fotografia estremamente positiva del turismo in Italia, sia in termini di contributo al PIL (+13%) che all’occupazione (14.7%), posizionandoci al sesto posto mondiale. Senza contare i recenti dati che mostrano quanto turismo e shopping siano fondamentali per la generazione di ricchezza e di indotto nel nostro territorio.
Eppure la risposta “pubblica“ nazionale continua ad essere molto deludente: un Consiglio dei Ministri che boccia un’ottima proposta della regione Lombardia per sistematizzare il discorso delle locazioni turistiche, un ministero dei Beni Culturali e turismo che invece di controllare seriamente l’operato dell’ente nazionale di promozione turistica, continua a distribuire obolini e contrattini e a fare convegni e incontri per assicurarsi un po’ di visibilità in questo momento politico.
Ecco, la Lega con il suo programma per il turismo, proprio questo vuole contrastare. Con un settore che marcia così bene, prevalentemente stimolato da amministrazioni locali virtuose è un settore privato determinato nonostante tutto, la risposta istituzionale non può essere così leggera, senza contesto e omissiva.
Il dato reale del WTTC, oltre l’Italia, è che il turismo cresce molto più di quanto cresca il PIL mondiale, confermando che il turismo – a livello mondiale – è l’industria chiave per la ripresa, per affrontare i grandi temi legati alla sostenibilità in maniera concreta e soprattutto per invertire il circolo vizioso della crisi economica in cui molti paesi versano e ridurre le disuguaglianze economiche.
In un Paese come l’Italia il turismo deve diventare non solo uno dei settori traino dell’economia, unendo pubblico e privato in un circolo virtuoso, ma anche un esempio a livello mondiale di policy razionale e innovativa.
Noi della lega abbiamo le idee ben chiare su cosa fare, come e con chi è siamo altrettanto determinati a realizzare i caposaldi della nostra visione assieme a tutti gli attori chiave.”

Lo dichiara Gian Marco Centinaio Capogruppo dei Senatori della Lega e coordinatore del dipartimento turismo Lega

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone