CENTINAIO (LEGA): A PAVIA CHIUDONO LA POLIZIA POSTALE E LA CITTÀ STA IN SILENZIO

Pavia 01 giugno 2017 ” Rimango basito per l’ennesimo silenzio di una città a cui stanno togliendo tutto mentre assiste in silenzio il proprio decadimento. La decisione del Ministero di togliere gli uffici di polizia postale dalla nostra città, denunciata solo dal SAP, penso sia un atto gravissimo e che porti ad un ulteriore livello di insicurezza. La polizia postale è quella che controlla tutto quanto avviene su internet e che vigila su di noi, sulla sicurezza dei nostri adolescenti e di prevenzione anche a possibili cellule di terroristi. Il pericolo registrato per i siti che inneggiano alla guerra islamica, i contatti tra chi vuole trasformare la nostra civiltà in grande califfato, i social network sempre più terreno di illegalità, i siti che invitano i nostri adolescenti al suicidio o accompagnano le giovani all’anoressia. Tutto questo viene combattuto e vigilato dalla polizia postale. Noi diciamo di no. Ed oggi, con un’interrogazione parlamentare, abbiamo chiesto al Ministro di bloccare questo furto alla nostra città. Il silenzio del Sindaco mi fa pensare che non sappia nemmeno di cosa stiamo parlando” Lo afferma il Senatore Gian Marco Centinaio dopo un contatto con gli esponenti delle forze dell’ordine di Pavia.
Informazioni su

Senatore della Repubblica - Presidente dei Senatori Lega Nord e Autonomie - Commissario Roma Urbe e Lazio

Taggato con: , , , ,
Pubblicato in comunicati stampa, Dichiarazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Intervento al Senato

Inciucio M5S con Renzi

Twitter