La dichiarazione in aula di Gian Marco Centinaio, capogruppo della Lega Nord al Senato

3ROMA, 22 APR. – ” Il 3 ottobre 2013 con la tragedia di Lampedusa la politica si schierò compatta perché non dovessero più succedere altri drammi. Dopo 2 anni siamo ancora qui e non è stato fatto nulla. Oggi assistiamo al solito teatrino ipocrita. E anche oggi da Renzi riceviamo solo fumo. Il governo non ha nessuna strategia. A livello internazionale non contiamo niente: non conta niente la Mogherini, durante il semestre europeo l’apporto italiano è stato nullo, sulla crisi libica e su quella ucraina non abbiamo toccato palla e nessuna soluzione è stata trovata sul caso Marò. Ora se l’Europa farà qualcosa non sarà di certo perché lo chiede Renzi ma perché un milione di persone preme per entrare nell’unione, e questo comincia a preoccupare gli stati membri. Il premier ci accusa di essere degli sciacalli, non lo siamo. Lui invece a forza di raccontare menzogne ha diritto di essere accostato a un pesce palla”.

Lo ha dichiarato in aula Gian Marco Centinaio, capogruppo della Lega Nord al senato.

Informazioni su

Senatore della Repubblica - Presidente dei Senatori Lega Nord e Autonomie - Commissario Roma Urbe e Lazio

Taggato con: ,
Pubblicato in Dichiarazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Intervento al Senato

Inciucio M5S con Renzi

Twitter