➕➕➕ Il Ministro Gian Marco Centinaio in Puglia ➕➕➕

Xylella: Centinaio si scusa per voltafaccia Stato

(ANSA) – LECCE, 20 MAG – “Chiedo scusa alla Puglia perché lo Stato, che si può chiamare ministeri, Regione, politica italiana o magistratura, in questi anni ha voltato la faccia dall’altra parte”. Lo ha detto il ministro dell’Agricoltura, Gian Marco Centinaio, a Lecce dopo il sorvolo in elicottero su 165 km di area infetta da Xylella. “Chiedo scusa – ha detto alle centinaia di agricoltori di Coldiretti presenti nel teatro Politeama Greco – non come cittadino, ma come ministro dell’Agricoltura e come rappresentante dello Stato italiano”.

Xylella: Centinaio, ulivi devastati, ho la pelle d’oca

(ANSA) – LECCE, 20 MAG – “Sembra una regione avvolta da una ragnatela, è impressionante. Sorvolando queste aree mi è venuta la pelle d’oca e più l’elicottero si soffermava su questi alberi diventati ormai dei tronchi bruciati e più mi arrabbiavo”. Lo ha detto il ministro dell’Agricoltura, Gian Marco Centinaio, dopo il sorvolo di 45 minuti in elicottero su 165 chilometri di campagne su cui si trovano gli ulivi devastati dalla xylella, tra Brindisi e Lecce. “Purtroppo – ha aggiunto – i tempi della macchina burocratica per dare una riposta immediata si sono allungati perché in Italia c’è un mostro che mi fa schifo, un mostro che se gli tagli una testa gliene escono subito altre due, ed è la burocrazia. Per ogni mese perso ci sono stati 2 chilometri (di ulivi, ndr) infettati”. (ANSA).

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

*Mipaaft, concluso G20 agricoltura in Giappone*

Mipaaft, concluso G20 agricoltura in Giappone Roma, 12 mag. (LaPresse) – Si è chiusa oggi la Ministeriale G20 dell’ agricoltura a Niigata in Giappone alla quale hanno preso parte, sotto la presidenza giapponese, i Ministri dell’agricoltura dei Paesi del G20, unitamente alle organizzazioni internazionali attive nel campo agricolo ed alimentare e alcuni Paesi come osservatori.La Dichiarazione comune, adottata al termine dei lavori, ha evidenziato alcune tematiche di particolare interesse tra cui l’importanza di una maggiore trasparenza e un migliore bilanciamento nella food chain quest’ultima necessaria per rafforzare la posizione degli agricoltori e migliorare il reddito e la competitività delle loro aziende, il contributo che le tecnologie informatiche possono offrire ad un’efficace gestione sostenibile delle aziende agricole, il ruolo centrale che può svolgere il turismo per la vitalità delle aree rurali e nell’aumentare il valore aggiunto delle produzioni agricole attraverso la promozione delle produzioni locali. Inoltre, si porteranno avanti gli sforzi per alleviare la fame nel mondo e la malnutrizione, aumentare la food security e lottare contro gli sprechi e le eccedenze alimentari.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Agricoltura: Centinaio a vice ministro russo, intensificare scambi

Roma, 11 mag. – “Vorremmo rilanciare le trattative per

finalizzare il Memorandum di collaborazione in campo

fitosanitario, la tutela delle Indicazioni Geografiche e la

lotta alla contraffazione e intensificare, infine, gli scambi

commerciali grazie alla forte complementarieta’ fra i nostri

sistemi agro-alimentari. Per favorire l’interscambio,

incoraggiamo la partecipazione di imprese italiane a fiere

russe”. Cosi’ il ministro delle Politiche agricole,

alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco CENTINAIO, nel

corso dell’incontro bilaterale oggi a Niigata con il vice

ministro dell’Agricoltura russo, Sergey Levin, a margine del

G20 Agricoltura in Giappone.

“Auspico che possa essere allentato il vostro embargo sui

prodotti agroalimentari europei – ha spiegato CENTINAIO – che

riduce di molto il nostro potenziale in campo agricolo.

Inoltre, rilevanti imprese italiane stanno effettuando

investimenti in Russia, nei settori zootecnico, delle carni,

della pasta e dell’industria dolciaria. Mi auguro che anche

imprenditori del suo Paese decidano di investire nel nostro,

cogliendo le straordinarie opportunita’ che offre l’Italia in

campo agroalimentare e del turismo”.

CENTINAIO ha esposto, infine, la volonta’ di convocare

entro fine anno una nuova riunione del Gruppo di Lavoro in

campo agricolo in concomitanza delle periodiche consultazioni

fra i due Governi. “Fra gli argomenti che ritengo di utilita’

per entrambe le parti – ha concluso – vorrei menzionare il

settore biologico e la cooperazione nella ricerca/in campo

scientifico che puo’ essere assicurata per parte nostra dal

CREA”.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

*25 Aprile: Centinaio, attaccare Brigata Ebraica dimostra non festa tutti =*

25 Aprile: Centinaio, attaccare Brigata Ebraica dimostra non festa tutti =

(AGI) – Roma, 25 apr. – “Apprendo che oggi alcuni ignoranti
hanno attaccato la brigata ebraica dimostrando che il 25 Aprile
non e’ la festa di tutti”, dice il ministro delle Politiche
agricole alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco
Centinaio. “Solo chi non conosce la storia puo’ non sapere qual
e’ stato il contributo della brigata ebraica nella lotta al
nazifascismo. E gli ignoranti dovrebbero stare zitti”,
aggiunge. “Anche quest’anno – spiega l’esponente della Lega
– ho deciso di non partecipare al corteo del 25 aprile a Milano
e alla luce dei fatti che si sono verificati e’ stata la scelta
migliore. A nome dei tanti italiani silenziosi e per bene,
rispettosi degli insegnamenti che la storia del nostro Paese ci
ha tramandato, mi scuso con gli amici delle brigata ebraica e
con tutti coloro che sono stati oggetto di vile contestazione e
di pesanti offese, in questa giornata che e’ stata
monopolizzata da centri sociali e dalla estrema sinistra”.
(AGI)

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Firmato decreto Piano invasi, assegnati 260 milioni di euro

(ANSA) – ROMA, 18 APR – E’ stato firmato a Palazzo Chigi il decreto del Presidente del Consiglio (Dpcm) di adozione del primo stralcio del Piano nazionale del settore idrico: assegnati 260 milioni di euro. Lo rende noto il ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo: “Diamo risposte concrete – afferma il ministro Gian Marco Centinaio – alle richieste del settore agricolo”. Al termine della prima riunione della Cabina di regia ‘Strategia Italia’ sono stati assegnati 260 mln di euro complessivi. In tale contesto, hanno trovato ampio spazio le istanze presentate dai Consorzi di bonifica e dagli Enti irrigui, i cui progetti hanno assorbito circa il 50% delle disponibilità. Con questa ulteriore assegnazione, che fa seguito all’approvazione del primo Piano straordinario invasi, adottato a dicembre 2018 e che ha assegnato circa 150 milioni di euro ad interventi nel settore agricolo, ammontano a oltre 900 milioni di euro le risorse complessivamente destinate al settore delle infrastrutture irrigue nell’ultimo anno. “Diamo un’ulteriore risposta alle richieste del settore agricolo”, afferma in una nota il ministro delle Politiche agricole Alimentari, forestali e del turismo Gian Marco Centinaio. Si tratta, spiega, “di opere pubbliche di fondamentale importanza, nonché un significativo tassello a favore di un’agricoltura competitiva su tutti i mercati e di un territorio di qualità, che più di altri si deve attrezzare per fronteggiare i crescenti problemi di siccità e di carenza idrica causati dai cambiamenti climatici. La disponibilità di acqua è, inoltre, un elemento importante per la competitività del Made in Italy agroalimentare e per il sistema Paese”. Il Dpcm, proposto dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, riguarda l’adozione del primo stralcio del Piano nazionale del settore idrico – sezione invasi ed è condiviso dai ministri delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, dell’Economia, dell’Ambiente, dei Beni e delle Attività culturali, dall’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente e dalla Conferenza Unificata.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Latte: Centinaio, grazie a etichetta origine non più inganni

(ANSA) – ROMA, 17 APR – “Grazie all’etichetta di origine, voluta fortemente dal Governo, i consumatori possono conoscere da dove arrivano il Latte e i prodotti lattiero-caseari che si portano in tavola, evitando così di cadere nell’inganno del finto Made in Italy”. Lo ha detto Gian Marco Centinaio Ministro delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo, alla presentazione della campagna di comunicazione “Verde Latte Rosso”, oggi al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo, organizzata da Alleanza Cooperative Agroalimentari. “Abbiamo inoltre messo a disposizione oltre 400 milioni di euro a sostegno degli investimenti destinati alle filiere agricole e agroalimentari italiane”, ha aggiunto, concludendo che “il futuro dell’agricoltura passa necessariamente attraverso una filiera sana, virtuosa e di eccellenza”. (ANSA).

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Latte: Centinaio, filiera Made in Italy è garanzia consumatore

(ANSA) – ROMA, 17 APR – “Sensibilizzare sul consumo del latte e dei suoi derivati, dando informazioni corrette sull’importanza di questo alimento sia per la nostra salute, sia per l’economia dei territori è fondamentale”. Lo ha detto Gian Marco Centinaio Ministro delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo, alla presentazione della campagna di comunicazione “Verde Latte Rosso”, oggi al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestalie del Turismo, organizzata da Alleanza Cooperative Agroalimentari. Campagna che punta con decisione alla valorizzazione della filiera lattiero casearia italiana, la più sicura al mondo, con prodotti di eccellenza dal latte ai suoi derivati. “La filiera del latte Made in Italy – ha aggiunto Centinaio – rappresenta una garanzia per il consumatore: per questo è particolarmente importante valorizzare il latte 100% italiano dalla mungitura alla tavola, grazie al suo legame con il territorio e la sicurezza di controlli che non hanno eguali al mondo. (ANSA)

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

IL MINISTRO CENTINAIO A VIGEVANO PER L’APERTURA DELL’ANNO LEONARDIANO

Il Ministro Gian Marco Centinaio, insieme all’on. Elena Lucchini, ha partecipato oggi all’inaugurazione delle celebrazioni dell’anno leonardiano a Vigevano (PV).
Il saluto del Ministro, intervenuto dal palco della Cavallerizza prima dello spettacolo teatrale “Essere Leonardo da Vinci”, ha aperto ufficialmente la giornata di festeggiamenti.
Successivamente, accompagnato dal Sindaco di Vigevano Andrea Sala, dal Vicesindaco, Andrea Ceffa, e dall’Assessore alla Cultura, Turismo e Castello, Riccardo Ghia, il Ministro ha incontrato i figuranti del Palio delle Contrade e visitato il nuovo Store dedicato ai prodotti locali dell’Infopoint regionale. Il giro istituzionale si è concluso in Piazza Ducale.Durante la visita, il Ministro si è complimentato per l’impegno della città nell’organizzazione di eventi e manifestazioni di primo livello dal punto di vista culturale.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Mipaaft alla 53ᵃ edizione di Vinitaly: fra VIP, stelle dell’alta cucina, degustazioni d’eccellenza e dibattiti su agrifood&wine


Il Ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo sarà presente alla 53^ edizione di Vinitaly, a Veronafiere dal 7 al 10 aprile, e si prepara ad accogliere le migliaia di visitatori attesi in Fiera con un programma ricco di eventi, convegni, seminari, degustazioni, momenti di approfondimento e intrattenimento. Il Ministro Gian Marco Centinaio, i Sottosegretari Franco Manzato e Alessandra Pesce saranno presenti al Vinitaly presso lo stand del Mipaaft durante tutte le giornate. Gli spazi Mipaaft si articoleranno al piano terra del PalaExpo (Ingresso San Zeno), tra l’area talk show, dove si svolgeranno gli eventi centrali, la sala conferenze che ospiterà i dibattiti e l’area degustazione dove avranno luogo gli appuntamenti di gusto, fra storia e tradizioni d’Italia.

L’edizione Vinitaly 2019 vedrà una rinnovata presenza del Mipaaft quale attore non solo istituzionale ma strategico punto di riferimento per la filiera vitivinicola italiana, puntando ad un nuovo modello di politiche di valorizzazione e sostegno alle eccellenze enologiche del nostro Paese che passa attraverso l’abbinamento imprescindibile con le politiche di promozione turistica del patrimonio Wine & Food italiano.

Obiettivo, promuovere la conoscenza delle nostre produzioni vitivinicole all’estero, al fine di attrarre la domanda turistica nelle aree del nostro Paese. Il fil rouge della vasta programmazione delle attività organizzate dal Mipaaft, dunque, è quello di un’Italia da vedere e da gustare, terra del bere bene, del “Made in Italy” culturale, artistico, architettonico, paesaggistico ed enogastronomico di inestimabile valore in grado di attrarre flussi turistici da ogni parte del mondo.

Ospiti d’eccezione del Mipaaft, diversi personaggi noti e molto amati del mondo dello spettacolo, che negli anni si sono cimentati nella produzione di proprie etichette del vino e dell’olio. Una scelta che punta a valorizzazione l’enogastronomia d’eccellenza italiana, puntando i riflettori sulla valenza promozionale del Vino come simbolo iconico d’Italia. Saranno Joe Bastianich, Gerry Scotti e lo Chef Alessandro Circiello ad aprire la rassegna in occasione dell’inaugurazione, domenica 7 aprile.

Nei giorni a seguire si avvicenderanno Michele Placido, Albano Carrisi, Cesara Buonamici, raccontando la passione per le loro aziende agricole e produzioni. Non mancheranno figure di riferimento dell’agri-food, vere stelle dell’enogastronomia d’eccellenza, insieme a tante realtà del mondo dell’enoturismo: Paysage, I Viaggi di Tels, Consorzio Club del Buttafuoco storico.

In calendario anche la presentazione del libro “Pavia: le 100 Meraviglie”, in abbinamento ad una degustazione a cura della Federazione Italiana Cuochi, ed un momento dedicato al progetto “Vino della Solidarietà” che ha l’obiettivo di creare percorsi fattibili per l’inserimento nel settore vitivinicolo di persone con disabilità. Informazione ma anche intrattenimento, con l’introduzione all’app “Trust your food” a cura di Poligrafico dello Stato, CSQA e Qualivita, la presentazione di “Plonk”, la prima serie televisiva australiana wine related “Cellars”, promossa da Ownair, con un focus su vino e cantine in chiave comedy, l’esposizione di moto artigianali della storica azienda italiana Moto Morini.

Degustazioni guidate di etichette e live show-cooking con prodotti Dop e Igp, accompagneranno i visitatori dello stand Mipaaft in un viaggio sensoriale tra i sapori e le specialità della Penisola a cura – tra gli altri – di Fis – Fondazione Italiana Sommelier e Fisar – Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori, Consorzio Cioccolato di Modica IGP, Urbani Tartufi, il maestro gelatiere Nicola Pieruccini. A far da cornice alla rassegna Vinitaly, nell’area dello stand del Ministero, rappresentanti del comparto vitivinicolo e dei consorzi, enti e associazioni di filiera saranno protagonisti con testimonianze autorevoli, spunti di riflessione e conversazioni sulla viticoltura sostenibile: Coordinamento nazionale delle Strade del Vino, Olio e Sapori d’Italia, Borsa Merci Telematica, Movimento Turismo del Vino, Unione Italiana Vino, gli organi e gli istituti di diretta competenza del Ministero delle Politiche Agricole e del Turismo Agea, Crea, Ismea.

Ufficio Stampa

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone