Xi a Roma: Centinaio, crociere e borghi per i turisti cinesi


(ANSA) – ROMA, 22 MAR – “Dobbiamo mettere in atto un programma concreto di valide iniziative su tutto il territorio attraverso un rinnovato ruolo di Enit e coinvolgendo le istituzioni culturali, le industrie creative gli operatori turistici dei due paesi”. Il ministro del turismo e delle politiche agricole e forestali Gianmarco Centinaio interviene a Palazzo Barberini al Forum Cultura Italia Cina e va subito al sodo delle iniziative proposte in mattinata, ricevendolo nelle stanze del suo ministero, al suo omologo cinese Luo Shugang. “Abbiamo firmato una lettera di intenti, la prima da alcuni anni, espressamente dedicata al turismo sostenibile”, sottolinea, “anche Enit è impegnata a rafforzare le azioni con la Cina e i rapporti con gli enti locali”. L’idea, spiega Centinaio alla platea di direttori e funzionari di museo, amministratori di enti musicali e di teatri, artisti ( seduto in prima fila un po’ spaesato c’è Riccardo Cocciante) è prima di tutto di “aumentare i collegamenti aerei, ampliando l’offerta delle città e cercando di convincere i cinesi che arrivano in Europa a puntare direttamente sull’Italia”. Ma si parla anche di nuovi itinerari da offrire al turismo cinese, “da quelli rurali a quelli nei borghi”. Poi le crociere nel Mediterraneo “partendo da Genova e Venezia”, il turismo termale e del benessere, “dobbiamo investire su questo”, ripete il ministro. Che ricorda tra gli accordi già siglati con la Cina anche quello per la sicurezza dei turisti con la presenza anche di forze dell’ordine cinesi nei siti d’arte italiani: “So quanto sia importante la sicurezza e per questo mi rallegro di pattugliamenti di controlli congiunti in determinate località e nei siti maggiormente frequentati dai rispettivi viaggiatori – dice Centinaio – cittadini cinesi che si sentono a casa loro e cittadini italiani che si sentono tranquilli come a casa loro in Cina”. Ultima, ma non meno importante, la questione dei visti “Faremo ogni sforzo per facilitare le operazioni” e della comunicazione social “Su questo i cinesi sono molto avanti”.(ANSA).

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

CINA: CENTINAIO FIRMA INTESA CON MINISTRO CINESE TURISMO LUO SHUGANG

Roma, 22 mar. (AdnKronos) – Si rafforzano le relazioni tra Italia e Cina in materia di turismo. Oggi il ministro delle Politiche agricole e del Turismo Gian Marco Centinaio ha firmato una lettera di intenti con il ministro della Cultura e del Turismo cinese Luo Shugang al Mipaaft. “Abbiamo firmato una lettera di intenti tra il Mipaaft e il ministero della Cultura e Turismo cinese. E abbiamo iniziato a lavorare in vista del 2020 che sarà un anno importante perché sono i 50 anni dell’inizio delle relazioni diplomatiche tra Italia e Cina” ha detto Centinaio dopo aver firmato l’intesa. “Abbiamo deciso di festeggiare questo anno – ha aggiunto il ministro – rilanciando i rapporti turistici e culturali tra i due Paesi. Inizieremo a lavorare in questa direzione, ci siamo confrontati su quelle che sono le esigenze dei turisti cinesi quando vengono in Italia per fornire servizi più ‘ à la carte’ per coloro che scelgono di venire nel nostro Paese”. Inoltre, ha spiegato Centinaio “abbiamo confermato il rapporto tra le forze dell’ordine cinesi e quelle italiane con la presenza della polizia cinese nei siti turistici. Questo documento è il primo ufficiale dopo anni sul turismo tra i due Paesi” ha concluso Centinaio. L’incontro, che si è svolto in un clima cordiale, e’ stato suggellato da uno scambio di omaggi: il ministro Luo Shugang ha donato a Centinaio una scultura in bronzo, raffigurante Marco Polo a cavallo dell’artista cinese Wu Weishan, il ministro Centinaio ha donato al suo omologo un libro sull’Italia. (Arm/AdnKronos)

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

++ Centinaio, pronta app Leonardo 500 per tutti eventi ++*

++ Centinaio, pronta app Leonardo 500 per tutti eventi ++
Non sara’ statica e sara’ in piu’ lingue per essere utile a turisti
(ANSA) – ROMA, 13 MAR – “Non potevamo non partecipare alla
festa per questo genio italiano. Abbiamo deciso di creare un’app
Leonardo 500 per monitorare e far conoscere tutte le iniziative
su Leonardo anche a tutti i nostri turisti”. Lo annuncia il
ministro Gian Marco Centinaio alla presentazione delle
celebrazioni del cinquecentario dalla morte di Leonardo. “Sara’
in piu’ lingue e riportera’ indirizzi e siti web dove ottenere
informazioni. Non sara’ un’app statica ma ci sara’ dietro una
redazione” aggiunge.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Centinaio, norma su pratiche sleali a tutela agroalimentare

(ANSA) – ROMA, 12 MAR – “Dall’inizio del mandato ho ribadito il mio impegno contro le pratiche sleali in quanto rappresentano una grave minaccia per le imprese e i lavoratori agricoli, mettendo a rischio la qualità del cibo e, di conseguenza, la nostra salute. Oggi, dopo 10 anni, si apre una nuova pagina di regole volte a tutelare gli agricoltori, aziende e cooperative dalle pratiche commerciali sleali della grande distribuzione”. Il ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del Turismo Gian Marco Centinaio commenta così il via libera finale alla Direttiva europea, oggi a Strasburgo, che vieta le pratiche commerciali sleali nella catena alimentare per salvaguardare agricoltori, produttori e cittadini e ringrazia il presidente Paolo De Castro ”per ilgrande lavoro svolto. Grazie alle nuove norme il lavoro degli agricoltori italiani e tutto il sistema agricolo avrà maggiore dignità. Continuiamo su questa strada per garantire a tutti consumatori di avere accesso alle eccellenze e prodotti di migliore qualità”. Il testo sarà a breve pubblicato sulla Gazzetta ufficiale Ue, divenendo operativo.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

SASSARI: ACCORDO TRA PRODUTTORI E TRASFORMATORI. CENTINAIO: GRANDE SODDISFAZIONE

“Dopo l’approvazione del decreto legge in Cdm per la crisi del settore lattiero caseario e ovi-caprino, oggi un’ottima notizia dal tavolo del latte che si è appena concluso a Sassari. È stato finalmente trovato l’accordo sul prezzo del latte tra pastori e trasformatori a 74 centesimi, con l’impegno di un conguaglio a novembre in base al prezzo di mercato del pecorino romano. È la dimostrazione che quando ci si siede a un tavolo con spirito costruttivo si raggiungono importanti traguardi. Posso assicurare che quello di oggi è solo l’inizio. Andiamo avanti e ci mettiamo a disposizione, lavorando in modo serio sull’organizzazione dell’intera filiera e il rilancio del settore come ho sempre promesso”.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

✅ APPROVATO IN CDM DECRETO EMERGENZE AGRICOLTURA 🗣 CENTINAIO: “CONFERMATO QUELLO CHE HO SEMPRE RIBADITO”

Via libera in Consiglio dei Ministri al decreto legge sulle emergenze in agricoltura.

“Oggi possiamo finalmente cominciare a lavorare concretamente per risolvere l’emergenza Xylella e gelate in Puglia, la crisi del settore ovino-caprino, e quello agrumicolo.
Il ddl crisi sulle emergenze in agricoltura, come avevo promesso, è stato trasformato in decreto legge e approvato in Consiglio dei Ministri. È stato confermato quello che ho sempre ribadito, ossia che stavamo di fronte a una vera e propria emergenza, e per me quindi lo strumento per uscire dalla crisi non poteva che essere un decreto.
Sono molto soddisfatto del lavoro portato avanti e dell’attenzione dei colleghi di Governo, che ringrazio, e che non hanno esitato a darmi ascolto per il bene dell’agroalimentare italiano.
Parliamo di fatti, misure concrete, che riporteranno i settori olivicolo-oleario, agrumicolo, lattiero caseario e ovi-caprino al più presto fuori dalla crisi e finalmente competitivi”.
È quanto dichiara il Ministro Gian Marco Centinaio sul Dl Agricoltura, approvato questa sera in Consiglio dei Ministri. “Con le norme approvate – conclude il Ministro – oggi interveniamo con strumenti urgenti e decisivi. Fatti e non parole. Da domani mi auguro che finiscano le polemiche e si ricominci a lavorare, ne va il futuro di tutti”.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

VINO, CENTINAIO: IL NOSTRO IMPEGNO PROSEGUE NELLA PROMOZIONE DEL VINO

L’Italia, secondo i dati della China Association Of Imports and Export Of Wine & Spirits, l’associazione che riunisce gli importatori del vino cinesi, supera la Spagna e diventa quarto esportatore di vino a Pechino con 168,4 milioni di dollari, in crescita del +4,92% sul 2017, per 36,03 milioni di litri, in linea con l’anno precedente. In testa si conferma ancora la Francia.

“Il nostro impegno prosegue nella promozione all’estero. Vogliamo andare avanti adottando, in particolare, strumenti di comunicazione e promozione univoci. Fondamentale saranno anche la politiche legate a sviluppare il turismo interno, indispensabile per far conoscere la nostra realtà agricola raccontare il prodotto e il territorio. Da questa doppia azione si auspica ad una crescita del potenziale nei prossimi anni. Con la Cina ci sono ottimi rapporti commerciali anche su piattaforme e – commerce, abbiamo messo le basi ora aiutiamo a far partire la macchina. Il risultato è comunque positivo.” Cosi il Ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del Turismo Sen Gian Marco Centinaio commentando i dati dell’associazione.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

TURISMO: CENTINAIO, OBIETTIVO E’ APPROVARE CODICE IDENTIFICATIVO ENTRO ESTATE 


“Questa mattina ho incontrato le associazioni di categoria del comparto turistico e ho fatto il punto sull’introduzione del Codice Identificativo nazionale per le strutture ricettive, una priorità attesa da tempo da tutto il settore. Già stasera nel Consiglio dei Ministri sarà approvato il Ddl Deleghe al Turismo che ci permetterà di procedere più velocemente possibile alla realizzazione di questo fondamentale strumento che consentirà di migliorare l’offerta turistica del nostro Paese”. E’ quanto ha dichiarato il Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del Turismo, Gian Marco Centinaio. “Continuiamo anche a lavorare con il Mef e il Ministero dell’Interno. Il 14 marzo, inoltre, in Conferenza Stato Regioni il codice identificativo sarà al centro del dibattito con tutte le regioni. Il nostro obiettivo è arrivare alla sua approvazione entro l’estate, pur tenendo conto dei tempi della burocrazia. Tutto il mondo del turismo ce lo chiede”.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Latte: Centinaio, oggi al tavolo in Sardegna importanti passi avanti

(AGI) – Sassari, 26 feb. – “Oggi al tavolo della filiera del latte ovino-caprino convocato a Sassari sono stati fatti importanti passi avanti. E’ la dimostrazione che il governo non era presente in Sardegna solo per meri scopi elettorali, come molti hanno insinuato, ma per riportare l’economia agricola sarda al piu’ presto fuori dalla crisi e finalmente competitiva. Proprio per questo non si e’ ragionato solo sulla risoluzione dell’emergenza latte, ma anche sulla riorganizzazione dell’intera filiera. Ringrazio tutti i partecipanti al tavolo, per lo spirito costruttivo che hanno dimostrato. Andiamo avanti cosi e vedremo presto risultati chiari, solidi e tangibili per tutti”. E’ quanto dichiara il Ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, in merito al tavolo della filiera ovino-caprino convocato oggi a Sassari. (AGI)

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

MIPAAFT, CENTINAIO: STIAMO RAGIONANDO CON I PASTORI SARDI SU UN DECALOGO DI INIZIATIVE.


“Due giorni fa ero in Europa con il Commissario all’agricoltura per capire insieme a lui le misure che si possono mettere in campo. Con i miei interlocutori europei i rapporti sono ottimi, In particolare, con il Commissario alla Salute per la questione xylella e con il Commissario all’Agricoltura. Li ho incontrati entrambi e hanno elogiato il nostro lavoro. Quando hai un interlocutore che ti ascolta puoi lavorare bene e in tranquillità.
Per quanto riguarda l’intesa sul latte, abbiamo proposto insieme a Regione Sardegna e Banco di Sardegna una serie di aiuti al settore del latte ovino tra cui anche la possibilità di ritirare il quantitativo di forme di formaggio. In questo momento, tuttavia, questo non basta perché da un lato i pastori chiedono 80 centesimi come anticipo al litro e i trasformatori che ne offrono 72. C’è una differenza di otto centesimi tra la domanda e l’offerta ed è il motivo della protesta che state vedendo.
Sulla questione agricola tra pastori e trasformatori c’è alla base il ragionamento del prezzo ma esiste un problema dietro più grande che è quello del rilancio del settore di riforma della filiera. Noi stiamo ragionando con i pastori sardi su un decalogo di iniziative che verranno prese in considerazione. Oggi a mezzogiorno ne parleremo.” Così il Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo Sen. Gian Marco Centinaio ad Agorà, Rai 3.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone