CENTINAIO: “Nessuna fretta di portare il CETA in aula”

“Nessuno ha fretta di portare il Ceta in aula, vogliamo capire con dati concreti se questo accordo è realmente vantaggioso per il nostro paese, ad oggi ci sembra di no.

Nulla ci sta dicendo, in modo concreto e con dati reali e razionali, che la posizione che abbiamo assunto nel contratto di governo è una posizione sbagliata.

Siamo invece d’accordo all’accordo commerciale tra Unione Europea e Giappone, poiché vedo più tutelata l’agricoltura italiana rispetto a quanto non avvenga nel Ceta.”

Così il Ministro Gian Marco Centinaio a margine del Consiglio UE Agricoltura e Pesca a Bruxelles.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

CENTINAIO: ” Discussione sulla Xylella molto costruttiva”

Il ministro Gian Marco Centinaio e il commissario Ue alla Salute, Vytenis Androukaitis.

(ANSA) – BRUXELLES, 16 LUG – La discussione sulla Xylella tra il ministro dell’Agricoltura, Gian Marco Centinaio, e il commissario Ue alla Salute, Vytenis Androukaitis, è stata “molto costruttiva”.

Così una portavoce del commissario, spiegando che Centinaio ha lo informato della sua visita in Puglia della prossima settimana e che ha quindi “suggerito di condividere il suo rapporto dopo la visita” con lo stesso Adriukaitis. E’ quindi stata discussa anche una “possibile visita” del commissario in Puglia “più avanti nell’anno”, ha riferito ancora la portavoce.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

IL MINISTRO CENTINAIO INTERVIENE ALL’ASSEMBLEA DI FEDERTURISMO CONFINDUSTRIA

“Conosco bene il settore turistico e sento in maniera forte il senso di responsabilità dei colleghi tour operator, agenti di viaggi e albergatori che si attendono molto da me.

La strada da percorrere è lunga, tra le prime questioni che il Ministero intende affrontare c’è la costruzione di una mappa per delineare tutte le funzioni della direzione del turismo, che verrà trasformata in un unico dipartimento.

Per prima cosa stipulerò accordi con le agenzia di viaggio online per far sì che accettino solo pacchetti certificati.
Un’altra manovra immediata riguarderà invece la tassa di soggiorno, da rimodulare o abolire.

Mi impegnerò, inoltre, nella lotta senza quartiere all’abusivismo e alla revisione del sistema di classificazione delle stelle alberghiere, assegnate a livello regionale con criteri diversi e spesso non aggiornati agli standard contemporanei.

Oggi l’Italia è la quinta potenza turistica nel mondo ma dobbiamo crescere e scalare questa classifica.”

Così il Ministro delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo Gian Marco Centinaio, intervenuto oggi all’Assemblea annuale di Federturismo Confindustria.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

ASSEMBLEA CONFAGRICOLTURA A BRUXELLES: L’INTERVENTO DI CENTINAIO

«L’evento di oggi – ha affermato il ministro delle Politiche agricole e del Turismo, Gian Marco Centinaio – rappresenta una delle prime tappe di un percorso che intendo portare avanti sui territori sia con le associazioni di categoria , sia con le Regioni, per ascoltare e poter dare risposte concrete agli operatori del settore, affrontando le sfide che abbiamo di fronte, in chiave nazionale ed europea. A partire dalla riforma della Pac. Lunedì 16 luglio sarò di nuovo a Bruxelles per discutere in Consiglio di semplificazione e sussidiarietà. Abbiamo bisogno di una Europa che cammini al nostro fianco». «Dobbiamo dimostrare, anche all’estero, cos’è davvero il sistema Italia: difendiamo le nostre eccellenze, investiamo su innovazione e ricerca, potenziamo l’export. Un discorso globale che dalla terra e dalla tradizione di ogni singola realtà del nostro Paese arrivi in tutto il mondo».

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

“Sul CETA il Governo sta meditando su quale azione politica intraprendere.”

“Non siamo degli sprovveduti, né gente che vuole mandare il nostro Paese in malora però chiediamo delle modifiche sostanziali all’accordo di libero scambio tra Unione Europea e Canada.

Per quanto riguarda l’agricoltura il CETA tutela solo 41 delle nostre oltre 400 eccellenze DOP e IGP.
È vero che quelle nell’accordo queste occupano circa il 90% del fatturato, ma allora facciamo il 100%, visto e considerato che non mi sento di lasciare per strada 360 DOP e IGP.”

Così il Ministro Gian Marco Centinaio nell’intervento tenuto quest’oggi all’Assemblea di Confagricoltura “Coltiviamo l’Italia”.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

“Secondo una stima di Coldiretti con la reintroduzione dei voucher andremo a regolarizzare oltre 50 mila persone nel settore agricolo.”

“Fino a poco tempo fa il datore di lavoro si recava in tabaccheria, acquistava il voucher ma su quest’ultimo non vi erano indicati né la data né l’ora dell’acquisto, né tantomeno il nome del dipendente.
Dunque poteva succedere che il datore utilizzasse lo stesso voucher per 10 dipendenti nella stessa giornata.

La nostra proposta prevede invece che quando il datore di lavoro acquisterà il voucher troverà la data, il giorno, l’ora, il nome e il cognome del dipendente.
Noi non vogliamo tutelare gli abusi, ma regolarizzare il lavoro onesto.”

Così il Ministro Gian Marco Centinaio nell’intervista che potete trovare quest’oggi sul Corriere della Sera.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

VOUCHER: CENTINAIO, INCONTRERÒ DI MAIO NEI PROSSIMI GIORNI. GARANTIRE PRODUZIONE E TUTELA LAVORATORI

“Nei prossimi giorni avrò modo di incontrare il Ministro Luigi Di Maio per la questione dei voucher in agricoltura.
Per quanto riguarda il turismo, dovremo parlare in maniera più approfondita, ma l’idea è quella di reintrodurli anche in questo settore.

Sicuramente andranno riviste le norme di utilizzo perché nessuno vuole ritrovarsi in situazioni passate dove le truffe e il lavoro nero dilagavano. Mi interessa garantire la produzione anche con lavori occasionali purché siano legali, con contributi e tutele.”

Così il Ministro delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo Gian Marco Centinaio.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

MIPAAF, INCONTRO TRA MINISTRO CENTINAIO E ASSESSORI REGIONALI CENTINAIO: “NUOVA STAGIONE DI CONFRONTO PER IL NOSTRO AGROALIMENTARE CON VISITE QUINDICINALI”

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che si è tenuto oggi il primo incontro tra il Ministro Gian Marco Centinaio e gli assessori regionali all’agricoltura. Presenti all’incontro anche i due sottosegretari Alessandra Pesce e Franco Manzato.
Diversi gli argomenti trattati: la riforma della PAC e il taglio dei fondi europei destinati all’agricoltura, la riforma di Agea, l’etichettatura e la tracciabilità dei prodotti Made in Italy.

“Oggi – ha dichiarato il Ministro Centinaio – avviamo una nuova stagione di confronto tra il Ministero e le Regioni per sostenere in modo concreto il nostro agroalimentare nel pieno rispetto delle competenze e dei ruoli. Su questi presupposti sarà mio impegno avviare a breve con il nostro programma di lavoro un tour di visite quindicinali in ogni regione per capire i problemi dei singoli territori e trovare insieme le soluzioni”.

“Il nostro obiettivo – dichiara il sottosegretario Pesce – è quello di condividere esperienze e conoscenze per iniziare un percorso che veda le Regioni al centro delle scelte di politica agricola dei prossimi anni”.

“Attraverso questa centralità delle amministrazioni – dichiara il sottosegretario Manzato – potremo costruire un’azione di governo adatta a ciascun territorio e in grado di valorizzare il nostro patrimonio agroalimentare”.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Migranti: Centinaio, gli italiani prima di tutto

Per chi entra illegalmente non c’e’ posto.

(ANSA) – ROMA, 27 GIU – “Gli Italiani prima di tutto restano
il punto di forza di questo Governo ed è stato lo slogan della
campagna elettorale della Lega”. A dichiararlo oggi a margine
della presentazione dall’indagine Ue.Coop/Ixe’ dell’assemblea
elettiva nazionale dell’Unione europea delle Cooperative
“Un’altra cooperazione” per la tavola rotonda sul tema
“Immigrazione e lavoro” è stato il ministero per le Politiche
agricole, alimentari e forestali Centinaio. Il responsabile del
dicastero agricolo di Via XX Settembre ha aggiunto inoltre “che
è una considerazione che abbiamo sempre fatto e non si può
pensare che gli immigrati entrino nel Paese di Bengodi facendo
purtroppo la fila alla Caritas”. “E’ sotto gli occhi di tutti”
ha incalzato. Il ministro ha concluso dicendo che il fenomeno
“si coniuga sicuramente integrando il più possibile permettendo
a tutti, a chi vuole entrare per motivi economici in maniera
legale, di trovare un lavoro. Per chi entra illegalmente non
c’e’posto”.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone